in

Auto nuova o usata: quale scegliere

Auto nuova o usata

Molte persone di solito decidono di comprare un’auto nuova o usata in base al loro budget. È uno dei criteri da considerare, ma non è l’unico. Non c’è una risposta unica alla domanda desi è meglio comprare un’auto nuova o usata, ma alcuni passi da seguire per determinare quale delle due opzioni si adatta meglio a noi.

Dai un’occhiata anche alle migliori auto di quest’anno, con il miglior rapporto qualità/prezzo

Ecco alcuni dei criteri che dovremmo usare per decidere:

  • La frequenza con cui cambiamo auto. Se lo facciamo ogni poco tempo, un’auto di seconda mano potrebbe essere una scelta migliore.

    Per contro, se vogliamo che l’auto ci duri, nuova può essere migliore.

  • Il tipo di auto. Alcuni modelli hanno un prezzo molto basso nel mercato dell’usato, e altri molto alto. In questo articolo imparerai a differenziarli.
  • La domanda concreta dell’auto che stiamo cercando.

    Se cerchi un’auto ‘piccola, diesel e con pochi chilometri’ stai cercando la stessa cosa di tutti gli altri, quindi pagherai molto di più.

  • La flessibilità che abbiamo. Cerchiamo un modello specifico o siamo flessibili?
  • Il budget che abbiamo ora e la nostra capacità di finanziamento

Come funziona il mercato dell’usato?

Spesso sentiamo frasi come “comprare un’auto nuova è una sciocchezza perché quando si lascia il concessionario si perde già il 30%”, o “comprare un’auto usata è come giocare alla lotteria”. La realtà è più complessa che essere all’estremità, e dobbiamo conoscerla per prendere una buona decisione di acquisto.

Per capire la realtà dobbiamo sapere come funziona il mercato dell’usato e cosa lo differenzia dall’acquisto di un’auto nuova. La domanda e l’offerta funzionano in modo un po’ diverso. Quando molte persone vanno a comprare un’auto nuova, forse gli sconti sono minori. Quando quasi nessuno compra quell’auto, gli sconti sono maggiori. Ma si muovono comunque intorno a un prezzo base fissato dal produttore, e il numero di unità prodotte si adatta a ciò che la gente chiede.

Nelle auto usate non succede così. Se ci sono 1.000 persone in Spagna che in un mese cercano unaVolkswagen Golf 2.0 TDI dell’anno 2010, e ci sono solo 700 auto disponibili, il prezzo sale molto di più. Per contro, se c’è un modello specifico di cui ci sono solo dieci unità in vendita in Spagna, ma ci sono solo due persone interessate a comprarlo, queste saranno in grado di negoziare il prezzo molto al ribasso.

Ci sono casi estremi. Uno di questi può essere quello di un’auto appena uscita sul mercato, e costa più di seconda mano che nuova. O perché l’acquirente non vuole aspettare per averlo e decide di pagare un po’ di più, o perché non è informato degli sconti e finisce per pagare di più per l’auto nuova che di seconda mano.

L’altro estremo sono auto molto specifiche che sono difficili da vendere di seconda mano, e quindi i venditori devono abbassare il prezzo abbastanza da poterle vendere.

La regola d’oro: non comprare quello che tutti cercano

Anche se vediamo che la decisione è complessa e molti fattori influenzano, se dovessimo rimanere con una regola d’oro per l’acquisto di seconda mano sarebbe la seguente: cercare un’auto che non sia come tutti stanno cercando contemporaneamente.

Il caso più comune è spesso quello di utilitarie o compatte diesel, con pochi anni e pochi chilometri. È ciò che si adatta di più a ciò di cui la gente ha bisogno, ed è per questo che di solito c’è più domanda che offerta, il che rende il prezzo relativamente molto costoso.

In quel caso la domanda è: puoi adattarti a un’altra macchina? Una variante semplice è cercarlo a benzina. Anche supponendo che tu faccia un bel po’ di chilometri e pensi che ti compenserebbe un diesel se lo comprassi nuovo, è possibile che di seconda mano risparmi molto comprandone uno a benzina.

Un’altra opzione è quella di andare in un’auto diversa, ad esempio più grande. Più grande è, meno domanda c’è per quell’auto, e quindi più il prezzo scenderà. L’estremo è nelle auto di lusso, per esempio la Mercedes Classe S o l’Audi A8, quando hanno otto anni o più. È un profilo di auto che quasi nessuno cerca, quindi rispetto al suo prezzo nuovi sono molto economici. Nel complesso, le auto grandi e le auto sportive perdono più valore e quindi sono opzioni migliori per l’acquisto di seconda mano.

E se sei chiaro di cosa hai bisogno e questo è quello che tutti stanno cercando, almeno controlla il prezzo dell’auto nuova, perché potrebbe compensare.

Il pericolo della mancanza di informazioni

Il mercato dell’usato ha un problema, ed è quello di valutare se un’auto è “buona” o “cattiva”. È vero che ci sono una serie di fattori per cercare di scoprirlo, qualcosa che tratteremo in un altro articolo, ma due auto esattamente uguali all’esterno e sotto questi criteri possono essere state trattate in modo molto diverso.

Come utenti è molto difficile vedere la differenza, ma anche se abbiamo un meccanico di fiducia, anche questo non può sapere con certezza come sta l’auto. Cioè, se è sbagliato può dirci, ma il contrario no: se non ha «sintomi» non significa che non sia male.

Il venditore può avere queste informazioni (sapere che ha trattato male la sua auto o che le ha dato problemi), ma è difficile che ce le darà. Questa è chiamata informazione asimmetrica, o quando il venditore ha più informazioni dell’acquirente sul prodotto. Il problema è che, se la mia auto è in buone condizioni, non posso renderla più costosa di una che è in cattive condizioni, perché l’acquirente non saprà quale sia quella buona e quindi non pagherà di più per la mia.

Il nostro consiglio è che quando si acquista un’auto usata, assumiamo che abbiamo un certo rischio che l’auto abbia avuto qualche problema, anche se possiamo sempre fare affidamento su questi consigli per comprare un’auto usata e assicurarci se ci sono davvero molti o pochi inconvenienti. Questo significa che non dovremmo comprare auto di seconda mano? No, certo. Significa che la differenza di prezzo “non appena esce dal concessionario” è dovuta in parte a questo rischio, una probabilità di dover pagare un guasto costoso in futuro.

Questo è parzialmente mitigato dalle garanzie se lo compriamo da un venditore professionista e non da un privato, anche se in questo caso stiamo anche pagando un prezzo extra per questa garanzia, oltre al margine del venditore.

In quali casi di solito è meglio comprare un’auto nuova

  • Quando è un modello che è appena uscito sul mercato. Dato che ci sono poche unità di seconda mano, queste saranno costose e la differenza non compensa.
  • Quando pensiamo di rimanere la macchina per molto tempo. La possibilità di prendersi cura della nostra auto fin dall’inizio compenserà la differenza nel corso degli anni.
  • Quando è un modello specifico, o un tipo di auto (es. auto piccola, diesel e con pochi km) che tutti cercano. Se c’è più domanda che offerta, i prezzi saranno relativamente costosi e compenserà l’acquisto di nuovo.
  • Quando è un modello specifico che ha una buona offerta e avrà una buona rivendita quando vogliamo venderlo. Ad esempio, un’auto che è uscita due anni fa e che ora ha una promozione importante. Se ha molta domanda di seconda mano, lo compriamo nuovo e facciamo pochi km con esso, quello che perderemo vendendolo tra qualche anno sarà poco (sempre in termini relativi)

In quali casi di solito è meglio comprare un’auto di seconda mano

  • Quando è un modello che pochissime persone cercano. Ad esempio, una berlina molto grande con un motore molto potente, ma che è passata «di moda». Di seconda mano il prezzo sarà molto basso.
  • Quando è l’auto di una persona conosciuta, sappiamo che è ben curata e che il prezzo è adeguato.
  • Quando il prezzo di seconda mano rispetto al nuovo è sceso molto e compensa il “rischio” e l’usura dell’auto.
  • Quando il costo del finanziamento dell’auto fa sì che la differenza tra nuova e seconda mano si deci per poterla pagare senza finanziare

Questa è una lista di casi estremi, la maggior parte degli acquirenti dovrebbe studiare il loro caso specifico e valutare tutti i fattori di cui abbiamo parlato per prendere la decisione migliore.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Auto a idrogeno

Auto a idrogeno del 2023

Tipi di cambi automatici

Tipi di cambi automatici: come scegliere