in

BMW Serie 7 2022: la nuova generazione delle berlina di lusso

È già iniziata la produzione della nuova generazione della BMW Serie 7, nella cui gamma spiccano le inedite e all’avanguardia versioni puramente elettriche che rispondono al nome di i7.

La fabbrica che BMW ha a Dingolfing è già con tutti i macchinari a piena capacità per produrre la nuova generazione della Serie 7.

Infatti, come riporta il marchio tedesco in un comunicato stampa, le prime unità di questa berlina di lusso sono già uscite dalle linee di assemblaggio.

Milan Nedeljković, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG per la produzione: “La nostra nuova BMW Serie 7 è la prima berlina di lusso al mondo che offre ai clienti la scelta di tre tipi di propulsione.

Che si tratti di completamente elettrici, a combustione o, presto, ibridi plug-in, abbiamo le strutture di produzione flessibili e le straordinarie capacità di integrazione di cui abbiamo bisogno per produrre in modo efficiente una gamma così diversificata di propulsori.

.”

Il BMW Group ha investito più di 300 milioni di euro per preparare lo stabilimento di Dingolfing per la produzione della nuova Serie 7, un veicolo la cui consegna delle prime unità ai clienti è prevista per dicembre di quest’anno.

Le dotazioni di intrattenimento e sicurezza della nuova Serie 7 comprendono infiniti sistemi e tecnologie. Nel caso della sezione di sicurezza e dei sistemi di assistenza alla guida, la nuova generazione di questa vettura ha un livello 3 di guida autonoma. Di serie, in tutti i casi, incorpora l’avviso di collisione in avanti (con frenata automatica) e l’assistente automatico di parcheggio, mentre opzionalmente e, a seconda dei mercati, è possibile aggiungere l’assistente di guida della corsia, la navigazione attiva, l’assistente automatico ai limiti di velocità, il controllo del percorso, il riconoscimento dei semafori e l’assistente di manovra, tra gli altri.

Questo livello 3 di guida autonoma, oltre ad essere stato testato su circuiti chiusi e strade, continuerà anche a sottoporsi a diversi test all’interno delle strutture che BMW ha a Dingolfing.

A livello meccanico, dobbiamo ricordare che la nuova generazione di questa vettura debutta come una grande prima nella storia di questo modello le sue prime versioni puramente elettriche, che già ricevono il nome commerciale di i7 (infatti, queste varianti elettriche al cento per cento sono le prime che già ammettono ordini con prezzi ufficiali già annunciati).

La prima versione conosciuta della BMW i7 è la xDrive60, per la quale vengono annunciati una potenza totale di 400 kW (544 CV) e un’autonomia nel ciclo di omologazione WLTP di circa 625 chilometri. Per tutto il 2023 ci sarà una versione ancora più potente ed esclusiva che risponderà al nome di i7 M70 xDrive, la cui potenza totale combinata è stimata in 485 kW (660 CV).

D’altra parte, anche per tutto il 2023, l’Europa accoglierà la versione diesel 740d xDrive, con motore a sei cilindri in linea che sviluppa 220 kW (300 CV) di potenza. Allo stesso modo, e a seconda dei mercati in cui viene commercializzato, è prevista anche la disponibilità di diverse versioni con tecnologia ibrida plug-in (con un’autonomia di oltre 80 km in modalità di guida puramente elettrica).

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Dacia Duster 2024: la terza generazione del re dei SUV economici

Honda ZR-V 2023: tutto quello che sappiamo sul nuovo SUV