in

BMW X1 vs Alfa Tonale: i nuovi SUV premium, faccia a faccia

Nel segmento dei SUV premium di medie dimensioni, non c’è dubbio che le grandi novità di quest’anno 2022 siano protagoniste della nuova generazione della BMW X1 e dell’inedita Alfa Romeo Tonale.

Nel caso della BMW X1 di terza generazione (con codice di designazione interno U11) il veicolo dell’azienda tedesca incorpora una moltitudine di cambiamenti in termini di equipaggiamento, design e anche a livello meccanico.

È in quest’ultima sezione che troviamo la sua novità più eccezionale, poiché per la prima volta nella storia di questo modello è inclusa una versione puramente elettrica che risponde al nome di iX1.

Rispetto alla X1, il Tonale completamente nuovo è il modello con cui Alfa Romeo vuole reinventarsi segnando un prima e un dopo.

Successivamente, analizziamo gli attributi principali del veicolo del marchio tedesco e quello dell’azienda italiana.

BMW X1: LE TERZE PARTI SONO BUONE

Con un design più moderno e dinamico e con una moltitudine di novità su più fronti, poche settimane fa BMW ha presentato ufficialmente la terza generazione della X1, le cui prime unità arriveranno ai concessionari europei da ottobre.

.

All’esterno, i principali cambiamenti nel suo design possono essere visti in un frontale più verticale, nuove ottiche a LED, una griglia sovradimensionata e modanature sorprendenti. Le linee di allestimento xLine e M Sport porteranno anche la propria personalità estetica a ciascuna X1. Nel catalogo dei cerchi in lega, molteplici opzioni tra cui scegliere con numerosi design e un diametro che può variare tra 17 e 20 pollici.

Gli interni, secondo BMW, sono più spaziosi in questa nuova X1 di terza generazione. Ora, tre sedili pieni e indipendenti sono annunciati nella zona posteriore (possono essere spostati longitudinalmente in avanti e indietro). Per quanto riguarda la capacità di carico per il bagagliaio, viene annunciato un volume che può variare tra 540 e 1.600 litri (se i sedili posteriori sono ripiegati).

Di serie, gli occupanti della nuova X1 potranno godere delsistema di navigazione BMW Maps, del volante sportivo in pelle, del climatizzatore automatico bi-zona, del sensore pioggia, di quattro porte USB-C, di due prese di corrente da 12 V e del sistema operativo BMW Live Cockpit Plus..

Per quanto riguarda la sua offerta meccanica, sarà inizialmente disponibile con il motore a benzina sDrive18i da 156 CV e il diesel sDrive 18d da 150 CV. Questi due motori possono poi essere combinati con un sistema mild-hybrid di ibridazione leggera a 48V. Un po ‘più tardi, la gamma aggiungerà due versioni con tecnologia ibrida plug-in.

In questa sezione meccanica, la grande novità è l’incorporazione per la prima volta nella storia di questo modello di tecnologia di propulsione puramente elettrica. La prima versione di questo tipo si chiama iX1 xDrive30, con trazione integrale, una potenza massima combinata dei suoi due motori elettrici da 313 CV e un’autonomia che può variare tra 413 e 438 chilometri.

Infine, a livello tecnico e dinamico, la X1 di terza generazione promette grandi sensazioni di guida ai suoi fortunati proprietari, poiché di serie incorporerà un differenziale a slittamento limitato, oltre ad altri tipi di tecnologie opzionali come un sistema frenante integrato, il sistema di smorzamento che modifica l’altezza dell’asse anteriore e, naturalmente, il nuovo sistema di sospensioni adattive M che regola anche la maggiore o minore fermezza delle sospensioni.

ALFA ROMEO TONALE: LA RINASCITA DI ALFISTI E NON ALFISTI

Con prezzi di partenza che partono da 36.250 euro, poche settimane fa è iniziato ufficialmente nel mercato spagnolo il viaggio commerciale dell’inedita Alfa Romeo Tonale.

Con 4,53 m di lunghezza, 1,84 m di larghezza e 1,60 m di altezza, il nuovo Tonale ha dimensioni molto più contenute rispetto al suo “fratello maggiore”, lo Stelvio. Con questo nuovo veicolo, l’azienda italiana vuole riscrivere la sua storia, mantenendo l’essenza e il DNA sportivo che da sempre lo contraddistinguono.

Per prima cosa, il nuovo Tonale è il primo veicolo sul mercato a includere il cosiddetto certificato digitale NFT (token non fungibile), che certifica che l’auto avrà un grande valore residuo durante l’intero ciclo della sua vita utile.

Il design esterno eredita lo spirito Alfa attraverso vari elementi, come i caratteristici cerchi in lega a cinque fori circolari tipici del marchio italiano. Altri dettagli sorprendenti nella sua carrozzeria si ritrovano nelle forme morbide della zona posteriore e nella miscela di volumi pieni ed eleganti sono un omaggio a due dei mitici modelli del marchio, la Giulia GT e la 8C Competizione.

Il nuovo SUV dell’azienda transalpina si impegna chiaramente anche per la tecnologia. In questo modo, evidenzia il suo nuovo sistema di illuminazione “Adaptive Driving Beam”, che regola costantemente i fari anabbaglianti in base alla velocità e alle condizioni di guida specifiche, in primo luogo, e in secondo luogo utilizza il sistema di “abbaglianti senza abbagliamento”, rilevando automaticamente il traffico davanti e / o nella direzione opposta per evitare l’abbagliamento di altre auto.

All’interno, la digitalizzazione è la protagonista principale. Dalle versioni più semplici della sua gamma, offre connettività con un nuovo sistema di infotainment multimediale con aggiornamenti software over-the-air inclusi e integrazione con Amazon Alexa. Tutte le informazioni del veicolo e quelle fornite dal sistema multimediale vengono catturate attraverso due grandi schermi TFT che in totale sommano fino a 22,5 pollici.

A livello meccanico, Alfa è impegnata nell’elettrificazione. La tecnologia mild-hybrid mild-hybrid hybrid a 48V è disponibile associata al motore a benzina 1.5 Hybrid VGT (Variable-Geometry Turbo) nei livelli di potenza di 130 e 160 CV. Spiccano invece anche la nuova versione ibrida plug-in con sistema di trazione Q4, fino a 275 CV di potenza. Infine, per gli amanti dei motori “tradizionali”, in questo caso possono scegliere un motore diesel 1.6 da 130 CV.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

McLaren Solus GT, esclusiva totale: 25 unità a 3,62 milioni di euro

Consigli utili per la coltivazione dei semi di cannabis