in

Caricabatterie per veicoli elettrici di casa: cosa sapere per scegliere

Caricabatterie per veicoli elettrici di casa

Una volta pensato per essere una fase, i veicoli elettrici stanno guadagnando slancio nel mercato automobilistico. La legislazione approvata dall’amministrazione Biden mira esplicitamente ad aumentare il numero di veicoli elettrici sulla strada. Molte case automobilistiche si sono impegnate ad allinearsi a questa legislazione e hanno promesso di iniziare a eliminare gradualmente il motore a gas per i veicoli elettrici più ecologici.

Caricabatterie per veicoli elettrici di casa: cosa sapere per scegliere

Se stai pensando di acquistare un EV, dovresti pensare di acquistare una stazione di ricarica EV domestica. Ci sono alcuni punti chiave che vorrai considerare prima di fare quel passo.

Ho bisogno del livello 1 o del livello 2 come caricabatterie per veicoli elettrici di casa?

Cars.com dettaglia le differenze tra i caricabatterie. Ci sono due livelli di stazioni di ricarica a casa. Puoi scegliere tra un livello 1 o un livello 2.

Il livello 1 sarà un sistema a 120 volt. Questi caricabatterie sono appropriati se si carica un ibrido con una batteria più piccola.

Tuttavia, se stai caricando un VEICOLO ELETTRICO, l’autonomia massima che puoi ottenere con la ricarica a 120 volt è di 5 miglia in un’ora se il veicolo che stai caricando è un EV compatto ed efficiente. La ricarica di livello 1 non offre energia sufficiente per un veicolo elettrico per far funzionare il calore o l’aria condizionata per precondizionare la cabina a temperature estreme quando è collegata all’alimentazione di rete.

Level 2 è un sistema a 240 volt in grado di ricaricare a oltre 40 miglia di autonomia all’ora. Questi sono offerti in 32 ampere e 48 ampere. Questa sarà una soluzione migliore perché costruirà abbastanza carica per far funzionare tutti i comfort della creatura in cabina.

Avrò bisogno di un caricabatterie per veicoli elettrici domestico cablato o plug-in?

Alcuni proprietari di veicoli elettrici hanno scelto di cablare piuttosto che collegarsi a una presa a 240 volt. Ciò crea un’installazione più permanente e pulita, e potrebbe essere necessaria in particolari applicazioni come all’aperto, e anche alcuni comuni potrebbero richiederlo.

Uno dei vantaggi di un’installazione plug-in è che puoi semplicemente scollegare il caricabatterie e portarlo con te, ad esempio, se ti stai trasferendo o sei in vacanza. Inoltre, l’installazione di una presa piuttosto che il cablaggio rigido diretto può essere più costoso.

Importa se è connesso al wifi?

Un caricabatterie di base non offrirà connettività. Tuttavia, i caricabatterie intelligenti offrono connettività Wi-Fi in modo da poter monitorare, programmare o avviare o interrompere manualmente la ricarica da remoto tramite un’app per smartphone. Questo può o non può essere necessario perché molti produttori di veicoli elettrici hanno queste capacità già integrate.

Se sei interessato a tracciare l’elettricità utilizzata, un caricabatterie intelligente ti consentirà di farlo. La maggior parte dei veicoli elettrici non tiene traccia dell’elettricità utilizzata durante la ricarica, come le perdite causate dal processo di ricarica.

Il caricabatterie deve essere certificato?

Quando si acquista un dispositivo elettronico, di solito c’è un tag che indica che è certificato UL o ETL certificato. Il tuo caricabatterie EV non è diverso. In effetti, si potrebbe sostenere che è ancora più critico per motivi di sicurezza. Gli incendi delle batterie dei veicoli agli ioni di litio ricevono molta attenzione, anche se sono rari rispetto agli incendi causati da malfunzionamenti di apparecchiature residenziali e cablaggi.

Inoltre, vorrai proteggere il tuo investimento scegliendo un caricabatterie riconosciuto a livello nazionale da laboratori di prova come Underwriter’s Laboratories e Intertek. Probabilmente spenderai un bel po ‘di soldi per il tuo EV, quindi spendere qualche dollaro in più per ottenere un caricabatterie certificato sarà un buon investimento a lungo termine.

I veicoli elettrici stanno prendendo d’assalto l’industria automobilistica. Man mano che i prezzi scendono, sempre più veicoli elettrici saranno sulla strada. Di conseguenza, sempre più persone installeranno caricabatterie domestici e quasi elimineranno la necessità di fermarsi in una stazione di rifornimento a meno che non si stia facendo un lungo viaggio.

Poiché la rete di stazioni di ricarica per veicoli elettrici disponibili pubblicamente è ancora in fase di sviluppo, la maggior parte della ricarica verrà effettuata a casa. Scegliere il caricabatterie corretto è essenziale per proteggere il tuo investimento e la tua sicurezza.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
PEUGEOT 408

PEUGEOT 408: in arrivo per fine giugno

Toyota Sequoia vs Grand Highlander

Toyota Sequoia vs Grand Highlander: qual’è il migliore