in

Dacia 2025: Tutti i nuovi modelli in arrivo

Dacia promette grandi novità fino al 2025 con la nuova generazione del Duster, la premiere dell’inedito Bigster e la commercializzazione dell’interessante Jogger Hybrid, tra gli altri.

Uno dei riferimenti indiscussi tra le auto low cost o a prezzo economico, per volume di vendite in Europa, Dacia, è anche uno dei marchi più importanti all’interno della struttura del Gruppo Renault.

Nel road book dei nuovi lanci del marchio rumeno ci sono novità tra le più interessanti, anteprime che daranno ancora più popolarità al marchio fino al 2025.

Diciassette anni dopo la sua rinascita, il marchio low-cost sta cambiando rotta come parte del nuovo piano industriale del Gruppo Renault.

Legata a Lada fino al conflitto russo-ucraino, dacia è diventata un’entità a sé stante insieme ad Alpine, Mobilize e Renault. Questo importante cambiamento ha portato anche all’adozione di un logo nuovo e più moderno, mentre i vertici del colosso automobilistico vogliono aggiungere più valore e più qualità a tutte le vetture del marchio rumeno.

Infatti, con questo importante cambio di filosofia, ci sono già alcune fonti di informazione che anticipano che nei prossimi anni le nuove auto dacia potrebbero aumentare il loro prezzo di marketing di circa il 30 per cento rispetto ai modelli della gamma attuale.

DACIA NEL 2022

Nel 2022, la principale novità del marchio, come abbiamo anticipato prima, èl’adozione della nuova identità visiva del marchio (griglia, lettere, ecc.). I veicoli con il nuovo logo dell’azienda arriveranno nei concessionari a partire da dicembre 2022. D’altra parte, va notato che il Sandero Stepway arricchirà la sua gamma di motori con il 1.0 TCe di 110 CV. Per quanto riguarda il Duster, puoi beneficiare di un equipaggiamento rinnovato, che evidenzia i nuovi specchietti elettrici pieghevoli, mentre l’interno sfoggia nuovi aeratori sul cruscotto.

IL FUTURO DI DACIA: JOGGER HYBRID, DA 4 PIATTAFORME A UNA SOLA…

Fatti salvi gli stessi requisiti sulla riduzione delle emissioni di CO2 in Europa, il produttore rumeno è costretto a impiegare nuove tecnologie più efficienti, in particolare il 1.6 Hybrid da 140 CV all’inizio del 2023 nel Jogger. Questo veicolo incorporerà essenzialmente il sistema ibrido di autocarica E-Tech, che altri modelli come il Captur o la Renault Arkana hanno già incorporato da tempo.

Con l’obiettivo di sfruttare al meglio le sinergie del gruppo, si cerca anche un ammortamento e una razionalizzazione di queste nuove tecnologie, poiché tutti i nuovi modelli dell’azienda rumena saranno realizzati sull’unica piattaforma CMF-B, inaugurata dai Sandero, invece degli attuali quattro. Infine, Denis Le Vot specifica che il marchio rumeno avrà “una dimensione internazionale e coprirà più mercati”.

TERZA NUOVA GENERAZIONE DI SPOLVERINO NEL 2024

Nel 2024, il Duster sarà completamente rinnovato con la premiere della terza nuova generazione. Sono trapelati sul web brevetti che mostrano l’aspetto modernizzato del SUV con, in particolare, la nuova firma luminosa e l’arrivo di una griglia anteriore di nuovo aspetto e grande somiglianza estetica con quanto precedentemente mostrato dal prototipo Bigster Concept..

Quell’anno 2024, il veicolo elettrico Spring riceverà un restyling e otterrà un motore più potente di circa 60 CV di potenza, oltre a un nuovo cruscotto al volante.

DACIA BIGSTER, IL NUOVO GRANDE SUV NEL 2025

Nel 2025, la gamma dell’azienda rumena aumenterà con l’arrivo di un grande SUV con capacità interna per sette occupanti, un veicolo senza precedenti che dovrebbe rispondere al nome di Bigster. In effetti, il suo sviluppo tecnico sarà parallelo a quello del Duster III, quindi entrambi i SUV non condivideranno solo una piattaforma strutturale, ma anche un buon numero di elementi di design sia nella carrozzeria che negli interni.

LE NOVITÀ MECCANICHE E ALTRI DETTAGLI TECNICI DI DACIA NEI PROSSIMI ANNI

In tutti i nuovi modelli di nuova fabbricazione, Dacia ha già confermato di abbandonare completamente i motori diesel. Invece, continuerà a scommettere su veicoli bi-fuel a benzina e GPL (gas di petrolio liquefatto) e aggiungerà gradualmente versioni ibride (il Jogger, il primo nel 2023) nella sua gamma di modelli.

Anche l’ibridazione leggera mild-hybrid verrà gradualmente aggiunta alla gamma di vetture, prima di tutto con la versione che sarà basata sul motore a benzina 1.2 HR12. Più tardi, nel 2025, il Bigster incorporerà una versione ibrida auto-ricaricante che sarà basata sul nuovo motore a ciclo Atkinson 1.8 HR18, invece del precedente 1.6 delle versioni E-Tech..

Fedele alla personalità off-road della Duster, questo modello e il suo fratello maggiore, il Bigster, saranno in grado di incorporare versioni a trazione integrale con uno schema di trazione elettrica sull’asse posteriore.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Rolls-Royce Spectre 2023: la coupé elettrica più lussuosa al mondo

10 auto elettriche in arrivo da non perdere