in

Honda Civic, Opel Astra e Kia Ceed: le nuove compatte, nel dettaglio

Nel segmento delle compatte, una delle novità più recenti è la nuova generazione della Honda Civic. Lo mettiamo contro le nuove Opel Astra e Kia Ceed.

Tradizionalmente, il segmento C delle auto compatte è stato uno dei più richiesti dal grande pubblico.

Negli ultimi anni, anche queste tipologie di veicoli hanno visto diminuire le loro vendite a favore dei SUV sempre più numerosi. Tuttavia, le compatte godono ancora di una grande accettazione sul mercato per essere, nella maggior parte dei casi, modelli di grande equilibrio con un comfort interno più che accettabile, gamme meccaniche tra le più varie e una dotazione più completa e tecnologica.

.

In questa categoria, una delle novità più recenti le cui linee principali sono state appena svelate corrisponde alla nuova generazione (l’undicesima) di un’icona nel mondo automobilistico, la Honda Civic. In questo articolo, mettiamo il modello dell’azienda giapponese contro due rivali a molti piani: la nuova generazione di Opel Astra e il aggiornato .

HONDA CIVICA

Nell’autunno di quest’anno, Honda prevede di iniziare a commercializzare la Civic XI in Europa. Il brand giapponese ha annunciato noti cambiamenti a livello tecnico e, come potete vedere nella galleria fotografica che accompagna questo articolo, anche a livello estetico.

Tra pochi mesi, la Civic XI sarà il nuovo membro della generazione di auto con tecnologia ibrida autocaricante che il marchio vende in Europa. Non è il primo ibrido nella storia di questo modello, poiché pochi anni fa ha commercializzato la peculiare Civic IMA. In questo caso, per la nuova Honda Civic e:HEV 2022, vengono annunciati dati di efficienza più che notevoli, con livelli di consumo inferiori a 5 l/100 km e livelli di emissione di 110 g/km di CO2.

La potenza massima annunciata del suo sistema ibrido e:HEV è di 184 CV (il suo diretto rivale per prestazioni e tecnologia sarebbe la Toyota Corolla 180H) con una coppia massima di 315 Nm. Nelle sue viscere tecniche evidenzia un motore a iniezione diretta 2.0 con ciclo Atkinson, due unità elettriche -un generatore e un’elica-, insieme al nuovo pacco batterie agli ioni di litio situato nella parte posteriore del veicolo. Anche in questo caso, questa tecnologia ibrida autocaricante, come nella Jazz, HR-V e CR-V, può funzionare come un elettrico a lungo raggio che produce elettricità a bordo attraverso il motore termico in modo che l’unità elettrica spinga le ruote, in modalità 100% elettrica utilizzando l’energia immagazzinata nella batteria, o spingendo l’auto esclusivamente attraverso il motore a combustione.

Per quanto riguarda le sue dimensioni, la Civic 2022 è “meno compatta” che mai, con una lunghezza di 4,55 m e un passo di 2.732 m. La configurazione della cabina cambia completamente. Potrebbe esserci un telaio orologio tradizionale, ma anche secondo la versione un telaio digitale da 10,2 pollici.

OPEL ASTRA

La nuova generazione di Opel Astra è la prima nella storia di questo modello a incorporare geni tecnici condivisi con il suo “fratello” del Gruppo Stellantis, la Peugeot 308.

La gamma meccanica della compatta dell’azienda tedesca sarà composta da un corpo hatchback a 5 porte e un po ‘più tardi verrà aggiunta la versione della famiglia Sports Tourer. Per quanto riguarda il corpo a 5 porte, questo è leggermente più grande del precedente, con una lunghezza di 4,37 m, una larghezza di 1,86 m e un’altezza di 1,47 m.

L’offerta meccanica dell’Astra 2022 è inizialmente formata da un totale di cinque versioni: due ibridi plug-in da 180 e 225 CV, due benzina da 110 e 131 CV e un diesel 1.5D da 130 CV.

Per quanto riguarda l’abitacolo, è digitalizzato per intero con due schermi contigui uno accanto all’altro di grandi dimensioni e orientati al conducente. Nella sezione sicurezza sono presenti numerose tecnologie, tra cui spicca il sistema di sorpasso semi-assistito, a complemento del cruise control adattivo con sistema di mantenimento della corsia e stop&go.

KIA CEED

Tra i diversi modelli dell’azienda Kia in Europa, il Ceed è uno dei modelli di maggior successo commerciale. All’inizio dell’anno, questa compatta ha presentato in anteprima un aggiornamento del più completo.

In termini di design, la compatta asiatica offre un frontale con nuovi paraurti e fari, oltre a una griglia nera lucida e al nuovo logo del già ben visibile sia anteriore che posteriore. Già nella parte posteriore, anche un nuovo diffusore attira l’attenzione. Inoltre, le versioni GT, GT Line e PHEV (ibrida plug-in) della gamma offrono una maggiore differenziazione estetica.

Anche l’interno viene aggiornato con l’incorporazione di nuovi materiali e tappezzeria. Degna di nota è anche la nuova strumentazione digitale, con uno schermo da 12,3 pollici dietro il volante e un altro grande touch screen multifunzione da 10,25 pollici nella console centrale.

La varietà è la nota dominante nella gamma meccanica del Ceed 2022. A benzina è possibile scegliere le versioni 1.0 T-GDi da 100 e 120 CV, oltre al 1.5 T-GDi da 160 CV e al 1.6 T-GDi da 204 CV (le varianti da 120 e 160 CV includono anche un sistema mild-hybrid a 48V, che fornisce loro l’etichetta ECO della DGT). La gamma di questo modello è completata dalla versione ibrida plug-in PHEV da 141 CV.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Lancia Aurelia: tutti i segreti del nuovo SUV, basato su Peugeot 3008, e altri piani del marchio

Alfa Tonale vs BMW X1 2022: il nuovo duello di SUV compatti premium