in

Hyundai Ioniq 6 2022: nuovi dati dal prossimo e sorprendente rivale della Tesla Model 3

Nel futuro a breve e medio termine, l’inedita Ioniq 6 è la principale novità che Hyundai sta già mettendo a punto, un veicolo che sarà un rivale diretto della Tesla Model 3.

Neutrale nelle emissioni di CO2 nel 2045,questo è l’ambizioso obiettivo che Hyundai si è posta, un obiettivo non facile, ma non impossibile.

Per raggiungere questo obiettivo, non c’è dubbio che i veicoli elettrici puri e quelli dotati di celle a combustibile a idrogeno saranno due dei capisaldi del marchio asiatico per i prossimi anni, da qui la famiglia di auto di tipo “zero emissioni” e racchiusa sotto il cognome Ioniq sta gradualmente aggiungendo nuovi membri.

Controlla le migliori offerte di veicoli nuovi di Hyundai e risparmia in media poco più di 4.000 euro
Uno di questi che sarà protagonista per tutto il 2022 sarà l’inedito Ioniq 6,un veicolo che adotterà forme suggestive di una berlina condita con dettagli estetici diversi che, senza dubbio, le permetteranno di aggiungere attrattiva e differenziazione rispetto ai suoi concorrenti.

In precedenti informazioni pubblicate su Autopista.es vi avevamo già informato che questa nuova berlina elettrica al cento per cento stava per partire dal punto di vista estetico del concept Prophecy,cosa che finalmente sembra essere confermata secondo le nuove informazioni provenienti dalla Corea del Sud e da vari paesi europei.

Nel road book iniziale preparato da Hyundai, era previsto che la Ioniq 6 potesse sbarcare sul mercato europeo durante la primavera del 2022. Tuttavia, secondo i nostri colleghi francesi di largus.fr, l’arrivo definitivo nel nostro continente sarà ritardato di alcuni mesi, con l’autunno che è il periodo dell’anno in cui questa macchina può essere vista sulle nostre strade.

Sviluppato sotto il codice di denominazione ce internodi Hyundai, sembra che le fonti interne della stessa azienda sudcoreana assicurino che il ritardo del suo arrivo sul mercato sia dovuto al miglioramento di alcuni aspetti tecnici dei modelli pre-serie che sono già in fase di test su varie strade in tutto il mondo. Nel gruppo di lavoro ingegneristico dell’azienda asiatica hanno voluto estendere un po ‘di più l’autonomia di questo nuovo veicolo puramente elettrico, per il quale sono state apportate varie modifiche nel suo design esterno con l’obiettivo principale di migliorare il suo coefficiente di resistenza aerodinamica. Per fare questo, i paraurti anteriore e posteriore sono stati modificati, allungando la lunghezza totale dell’auto di 20 mm.

D’altra parte, una delle batterie che inizialmente incorporerà sarà quella con 77 kWh di capacità, cioèlo stesso tipo di accumulatore che incorpora il Kia EV6,veicolo con cui condivide una piattaforma tecnica, così come lo Ioniq 5 (sebbene quest’ultimo incorpori due tipi di batterie da 58 e 73 kWh di capacità).

HYUNDAI IONIQ 6: PIATTAFORMA E-GMP E OLTRE 600 KM DI AUTONOMIA

Come ti abbiamo già avanzato e come ioniq 5 e Kia EV6,la nuova e inedita Ioniq 6 sarà basata sulla nuova piattaforma modulare E-GMP del Gruppo Hyundai con batteria al centro sotto il pavimento, motore principale nella parte posteriore e motore aggiuntivo nella parte anteriore.

Nel caso della Ioniq 6 e a differenza della Ioniq 5, la nuova berlina elettrica potrebbe beneficiare di un passo più lungo di quello del suo “fratello di marca” per poter ospitare una batteria di sempre maggiore capacità che, unita alla sua silhouette ottimizzata per ridurre i consumi, le permetterebbe di godere di una maggiore autonomia.

PAGHI TROPPO PER LA TUA ASSICURAZIONE? ENTRA NEL NOSTRO COMPARATORE E RISPARMIA ORA
La Ioniq 5 pubblicizza fino a 481 km in ciclo WLTP (versione monomotore da 218 CV con batteria da 73 kWh). Secondo nuovi dati non ufficiali pubblicati su vari media nel mondo dei motori, l’autonomia della Ioniq 6 potrebbe superare di gran lunga i 600 km di autonomia.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica della batteria, la nuova berlina elettrica supporterà diversi tipi di ricarica, tra cui un tipo veloce / ultra-veloce in corrente continua. In quest’ultimo caso, Hyundai assicura che il livello di carica della batteria possa passare dal 10 all’80 percento in circa 18 minuti (e in soli 5 minuti si potrebbe ottenere una carica della batteria sufficiente per poter percorrere poco più di 100 chilometri).

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

7 auto a benzina in arrivo nel e sarà un ottimo acquisto

Ford Mustang Mach-E Rivals: Contro Yankee Power!