in

Le 10 chiavi per usare l’aria condizionata in macchina quest’estate

L’ aria condizionata sarà il tuo compagno di viaggio più fedele quest’estate. È il dispositivo che si occupa di regolare la temperatura dell’abitacolo, in modo che non si faccia caldo nella stagione più secca dell’anno o freddo in inverno. Tuttavia, è necessario conoscere il funzionamento di questo sistema per estrarre le massime prestazioni dal condizionatore e raggiungere la temperatura ottimale senza impiegare troppo tempo. Pertanto, oggi ti porto le 10 chiavi per usare l’aria condizionata nella tua auto quest’estate .

5 motivi per cui il condizionatore ha un cattivo odore

Con questi pratici consigli e trucchi potrai goderti la tua auto quest’estate senza subire le pericolose conseguenze del calore eccessivo al volante . Ricorda che, con il caldo, il rischio di subire un incidente stradale aumenta del 22% . Inoltre, la parte meccanica dell’auto dovrà lavorare più che a temperature miti, il che metterà sicuramente alla prova l’affidabilità della tua auto e di tutti i suoi componenti.

Le 10 chiavi per usare l’aria condizionata in auto quest’estate.

1. Evita di dover ricaricare l’aria condizionata ogni estate

La prima cosa da fare è una ricarica dell’aria condizionata . Se la tua auto ha pochi anni, è probabile che noterai una perdita di potenza di raffreddamento dal condizionatore d’aria. Questa è una diretta conseguenza dell’uso e del tempo, quindi si consiglia di controllarlo ogni due anni per verificare che tutto sia in ordine. Se non raffredda più come all’inizio, si consiglia di ricaricare l’aria condizionata in un centro specializzato e da personale qualificato.

2. Manutenzione dell’aria condizionata

La manutenzione dell’aria condizionata, come dicevo nel paragrafo precedente, dovrebbe essere fatta ogni due anni. In questo caso si verificherà che non ci siano perdite, che il modulo di condizionamento non abbia un funzionamento anomalo o che odori forti o umidità non siano registrati nell’impianto di condizionamento. Per evitare quest’ultimo, è consigliabile cambiare il filtro abitacolo ogni 15.000 chilometri ed esistono prodotti specifici che hanno il compito di rimuovere batteri e muffe dai condotti. Chiedi maggiori dettagli alla tua officina.

3. Usalo con il motore acceso

Si dovrebbe sempre usare il condizionatore d’aria con il motore acceso . In caso contrario il sistema non funzionerà, anche se dai diffusori uscirà aria. Quest’aria è spinta dalle ventole interne, ma non uscirà fredda e, quindi, non potrete abbassare la temperatura interna. Inoltre, se lo si utilizza con il motore spento, la batteria subirà una scarica più grave.

4. Abbassare la temperatura prima

È anche importante abbassare prima la temperatura all’interno dell’auto. Per fare ciò, abbassa i finestrini e lascia le porte aperte per qualche minuto prima di salire, così eviti di essere investito dal caldo e di soffrire quando tocchi il volante o la leva del cambio ad alte temperature. Una volta in movimento, guidare con i finestrini abbassati fino a quando l’aria fredda del condizionatore inizia a fuoriuscire dalle bocchette. In questo modo otterrai un condizionamento ottimale della temperatura interna, potrai alzare i finestrini e continuare il tuo viaggio.

5. Finestre arrotolate

Come ho detto nel punto precedente, tieni abbassati i finestrini solo per estrarre l’aria calda dall’interno dell’auto. Una volta che si inizia a notare l’effetto dell’aria condizionata, alzarle nuovamente per ottenere una corretta tenuta dell’abitacolo e una migliore resa dell’aria condizionata.

6. Filtro abitacolo

Il filtro abitacolo o antipolline ha il compito di filtrare eventuali impurità, batteri o sporco eventualmente presenti nell’aria esterna. Un filtro in buone condizioni riduce l’incidenza di allergie, cattivi odori e la comparsa di umidità nel circuito.

7. Temperatura ragionevole

Impostare sempre una temperatura adeguata . Se salendo in macchina saltiamo il punto 4 di questa lista con le dieci chiavi per usare l’aria condizionata dell’auto quest’estate, non saremo efficienti. Si sconsiglia inoltre di impostare una temperatura molto bassa, poiché il contrasto termico sarà maggiore tra l’aria condizionata e la temperatura dell’abitacolo. Si consiglia di impostarlo a 22-24 ºC e, prima di scendere dall’auto, alzare la temperatura per acclimatarsi al caldo esterno.

8. Ingresso aria esterna

Assicurarsi che le prese d’aria esterne siano prive di detriti e polvere . In questo modo otterremo che l’aria pulita arrivi con una portata maggiore e che il filtro abitacolo abbia una vita utile più lunga.

9. Parcheggio e ombrelloni

L’attesa è la chiave per migliorare le prestazioni dell’aria condizionata in estate. Se hai la possibilità di scegliere il parcheggio , scegli quello in cui l’auto è all’ombra, o che sarà tra poche ore. Pertanto, ridurremo la temperatura interna. Se questa possibilità non esiste, utilizzare una visiera parasole , questo ridurrà l’incidenza dei raggi solari su plancia, volante e sedili, evitando l’usura prematura di questi componenti, evitando allo stesso tempo l’innalzamento della temperatura interna.

10. Come posizionare i diffusori d’aria

Infine, il posizionamento delle prese d’aria è fondamentale per migliorare le prestazioni dell’aria condizionata. Evita di indicare il viso del passeggero. Ciò farà sì che in altre parti del corpo l’aria fredda non sia apprezzata. Attivare i diffusori superiori della plancia o posizionare quelli centrali rivolti verso il soffitto. In questo modo si creerà una cortina di aria fredda che scenderà e otterrà un migliore raffreddamento degli interni, ottenendo così una sensazione termica più piacevole in tutta la cabina.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Le 5 confessioni di Jorge Lorenzo: “Ho preso 18 chili”

GP Francia F1 : orari, come seguirlo e dove vederlo