in

L’India Apre le Porte a Tesla con un Nuovo Programma per Ridurre i Dazi sull’Importazione di Veicoli Elettrici

L’India Apre le Porte a Tesla con un Nuovo Programma per Ridurre i Dazi sull’Importazione di Veicoli Elettrici

L’India, uno dei maggiori mercati automobilistici mondiali dove Tesla non ha ancora fatto il suo ingresso, sta finalmente aprendo le sue porte a Tesla e ad altri produttori di veicoli elettrici (EV) grazie a un nuovo programma che mira a ridurre i sostanziosi dazi di importazione che il paese applica su questi veicoli.

Il Compromesso con il Governo Indiano

Dopo anni di trattative per cercare di aggirare i pesanti dazi di importazione sui nuovi veicoli, sembra che Tesla e il governo indiano stiano facendo significativi passi avanti verso un compromesso. L’anno scorso, il CEO di Tesla, Elon Musk, ha incontrato il Primo Ministro indiano Narendra Modi negli Stati Uniti, dichiarando successivamente che Tesla avrebbe investito in India “non appena umanamente possibile”.

Ora, il governo ha annunciato un nuovo programma che sembrerebbe aprire le porte a un possibile accordo, promuovendo l’India come destinazione produttiva per i veicoli elettrici dotati delle più recenti tecnologie. Questo schema è progettato per attrarre investimenti nello spazio dei veicoli elettrici da parte di rinomati produttori globali.

Dettagli del Programma

Il programma prevede dazi di importazione ridotti al 15% su EV del valore di 35.000 dollari USA o superiore per un periodo totale di 5 anni. Tuttavia, sono previsti tre requisiti principali per le aziende che intendono usufruire di questa offerta:

  • Effettuare un investimento minimo di 4150 crore di Rs (circa 500 milioni di dollari USA).
  • Impostare una struttura di produzione EV in India entro 3 anni con un livello di localizzazione del 25% entro il terzo anno e del 50% entro il quinto anno.
  • I produttori di automobili che usufruiscono di questo accordo sono limitati a 40.000 EV importati totali a dazi ridotti, e non più di 8.000 unità all’anno.

Un recente rapporto dall’India suggeriva che Tesla e il governo del paese erano vicini a un accordo che includerebbe la costruzione del prossimo veicolo elettrico più economico di Tesla nel paese.

Un Nuovo Inizio per Tesla?

Nonostante le limitazioni di 40.000 unità, questo accordo rappresenta un’opportunità significativa per Tesla di entrare nel mercato indiano. Importando inizialmente i modelli Model 3 e Model Y, giustificando così un investimento nell’infrastruttura di servizio e ricarica mentre si impegna nella costruzione di una fabbrica nel corso di 3 anni. Questo sembra essere un compromesso ragionevole che potrebbe soddisfare entrambe le parti, considerando le lunghe trattative degli ultimi anni.

Tesla ha inoltre accennato alla possibile annunci di una nuova posizione della fabbrica entro la fine dell’anno, segnalando ulteriori sviluppi e potenziali investimenti in India. Questo passo verso l’espansione potrebbe segnare l’inizio di una nuova era per Tesla nel mercato automobilistico indiano, aprendo la strada a un futuro più verde e tecnologicamente avanzato.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Royal Enfield Shotgun 650: Il Nuovo Cruiser

Royal Enfield Shotgun 650: Il Nuovo Cruiser

Ferrari Portofino 2024: Caratteristiche, Specifiche e Prezzi

Ferrari Portofino 2024: Caratteristiche, Specifiche e Prezzi