in

McLaren Solus GT, esclusiva totale: 25 unità a 3,62 milioni di euro

La Monterey Car Week non ha smesso di dare notizie in tutto il mondo delle super e delle hypercar. Tutti i marchi leader in questi segemento hanno presentato alcune novità notevoli e quasi sempre associate a serie limitate già vendute senza essere state nemmeno rivelate e a prezzi proibitivi – i marchi conoscono e conoscono questo business redditizio e lo sfruttano al massimo con la clientela, in particolare il Nord America e l’ambiente del Golfo Persico.

Ma è che l’ambiente delle supercar vive un’età dell’oro che non sembra capire crisi o inflazione come dimostra la dichiarazione del presidente di Lamborghini, Stephan Winkelmann, dicendo che hanno già tutta la loro produzione venduta fino al 2024.

E questo è anche il caso di McLaren, che vuole continuare a girare le viti verso un idilliaco terreno fertile, e così ha svelato a Monterey la sua Solus GT, un’edizione di 25 unità, tutte vendute prima della sua presentazione pubblica a 3,62 milioni di euro, e progettate sfruttando tutta la conoscenza del marchio a livello della più alta concorrenza in monoposto.

Oltre al suo design bestiale, colpiscono l’abitacolo chiuso con cofano scorrevole tipo caccia, la disposizione dei suoi 1+1 posti – abbiamo visto anche nel salone americano un nuovo CZinger con questa configurazione – e la sua leggerezza sotto i 1.000 kg per oltre 1.200 kg di deportanza.

Motore V10 da 5,2 litri che raggiunge un arresto di svolta di oltre 10.000 giri / min mentre produce più di 840 CV e 650 Nm per ottenere un’accelerazione da 0 a 100 km / h in un tempo di 2,5 secondi e una velocità massima di 322 km / h, associato a un cambio sequenziale a sette rapporti derivato dalla competizione per sentirsi un vero pilota da corsa, oltre a quella protezione frontale simile a un alone, completala con un sedile di guida modellato sulla forma del tuo corpo, una tuta da corsa approvata dalla FIA, un casco e un dispositivo HANS (Head And Neck Support) su misura per ogni proprietario e un programma di allenamento per lo sviluppo del pilota in modo che l’esperienza sia a 360 gradi. Le prime auto saranno consegnate ai fortunati clienti nel 2023.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Tesla Semi: ecco come il brand vuole rivoluzionare anche il camion elettrico entro la fine dell’anno

BMW X1 vs Alfa Tonale: i nuovi SUV premium, faccia a faccia