in

Nuove Stazioni di Ricarica V4 Supercharger Non Brandizzate Tesla in Fase di Implementazione

Nuove Stazioni di Ricarica V4 Supercharger Non Brandizzate Tesla in Fase di Implementazione

In un interessante sviluppo nel mondo della mobilità elettrica, stiamo assistendo al dispiegamento delle prime stazioni di ricarica V4 Supercharger che non portano il marchio Tesla. Questa mossa segue l’ingresso di Tesla nel mercato come fornitore di hardware per stazioni di ricarica, segnando un significativo passo avanti nella strategia dell’azienda.

Una Collaborazione Strategica con BP

L’anno scorso, Tesla ha colto molti di sorpresa annunciando di aver raggiunto un accordo con BP per la vendita di hardware Supercharger del valore di 100 milioni di dollari. Questi verranno installati nelle stazioni di servizio BP negli Stati Uniti sotto il brand BP.

Si tratta di uno dei rari casi in cui Tesla ha venduto Supercharger a terze parti e la prima volta che lo fa su così larga scala per costruire una rete di ricarica non brandizzata Tesla.

Rebecca Tinucci, responsabile dell’infrastruttura di ricarica di Tesla, ha sottolineato che questa rappresenta una nuova linea di business per l’azienda.

Accordo con EG Group per la Rete EV Point nel Regno Unito

Tesla ha inoltre annunciato un accordo simile con EG Group per costruire la rete di ricarica EV Point nel Regno Unito, utilizzando i Supercharger Tesla. Le prime stazioni di questa iniziativa stanno iniziando a essere implementate nel Regno Unito.

EV Point ha annunciato oggi che le sue prime stazioni presso Asda Express a Uttoxeter sono ora operative, con un considerevole numero di stalli disponibili (10).

Nonostante non si conosca il numero esatto di caricatori o stazioni coinvolti in questo accordo, EG Group ha rivelato di avere attualmente 600 caricabatterie EV e prevede di espandersi fino a superare i 20.000. Il gruppo gestisce oltre 6.000 stazioni di servizio e negozi di convenienza in tutto il mondo.

L’Impatto sul Settore delle Ricariche per Veicoli Elettrici

Questa novità rappresenta un cambiamento significativo per il settore delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici. In precedenza, le stazioni di ricarica di terze parti dovevano competere con la rete di Supercharger Tesla, specialmente in Europa, dove Tesla ha aperto la sua rete anche ai veicoli elettrici non Tesla.

Ora, i produttori di stazioni di ricarica dovranno affrontare direttamente la concorrenza di Tesla. Questo nuovo livello di competizione dovrebbe stimolare ulteriormente l’industria, creando un panorama entusiasmante per il futuro della mobilità elettrica.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Manutenzione Harley-Davidson: Una Guida Completa ai Costi

Manutenzione Harley-Davidson: Una Guida Completa ai Costi

Hacker di Tesla Vincono 200.000 Dollari e una Model 3 per Aver Scoperto una Nuova Vulnerabilità

Hacker di Tesla Vincono 200.000 Dollari e una Model 3 per Aver Scoperto una Nuova Vulnerabilità