in

Posso usare olio motore sintetico nella mia auto nuova di zecca?

Cambiare l’olio in tempo aiuterà a proteggere il motore da eventuali danni. L’olio motore sintetico probabilmente funzionerà e potrebbe essere effettivamente necessario nella tua nuova auto.

Cambiare l’olio in tempo aiuterà a proteggere il tuo motore e molti conducenti chiedono se l’uso di olio sintetico nella loro nuova auto sia la scelta giusta.

La risposta breve a questa domanda è sì. Finché l’olio soddisfa gli standard di ricarica del produttore, puoi usarlo e molte nuove auto richiedono effettivamente olio sintetico.

Nel tuo motore, finché il sintetico soddisfa gli standard SAE (Society of Automotive Engineers) per le raccomandazioni del produttore nel manuale del proprietario, può essere utilizzato nel carter.

Lo stesso vale per l’ olio di miscela sintetica .

Puoi anche usare un olio convenzionale. Finché soddisfa la stessa designazione SAE, è possibile utilizzarlo nel carter. L’olio convenzionale è classificato come lubrificante completamente organico la cui composizione chimica non è stata modificata dalla lavorazione aggiuntiva.

In questo caso, la lavorazione aggiunta sarebbe il metodo utilizzato per creare il sintetico o per mescolare l’olio convenzionale con il sintetico, creando la miscela.

Due tipi di olio sintetico

Esistono due tipi di olio sintetico, completamente sintetico e sintetico misto. L’olio sintetico completo è “prodotto”. Prendi Castrol EDGE, per esempio. Castrol EDGE è completamente sintetico. La sua base è il petrolio, ma il petrolio è soggetto a un processo chimico che prende le molecole casuali e le rende uniformi. Questo processo piuttosto complicato è la caratteristica che determina se un olio è sintetico. Gli oli come Castrol EDGE sono ampiamente manipolati per creare la struttura molecolare uniforme per cui sono noti.

Le miscele sintetiche o Synblends sono oli che sono una miscela di olio sintetico e olio convenzionale di alta qualità. Presentano i vantaggi e le caratteristiche degli oli sintetici e convenzionali.

I sintetici sono oli motore resistenti

Gli oli motore sintetici sono resistenti come i chiodi. Hanno una struttura chimica uniforme, quindi offrono caratteristiche di usura molto più uniformi rispetto agli oli motore convenzionali. La struttura dell’olio uniforme consente inoltre agli oli sintetici di lubrificare in modo più uniforme nei motori odierni ad alta temperatura, spesso ad alta compressione. Gli oli sintetici sono progettati per funzionare bene in un’ampia gamma di temperature.

Prendiamo ad esempio un requisito per un olio di peso 5W-20. Il 5 ti dice che l’olio funzionerà fino a meno-40 ° C o approssimativamente meno-15 ° F. Il 20 indica che l’olio funzionerà oltre gli 80 ° C o intorno ai 110 ° F. Gli oli sintetici si comportano bene in inverno e sotto il carico di calore aggiunto dell’estate. Mantengono la loro viscosità (capacità di rimanere liquidi e lubrificare) in climi freddi e caldi. Notare che c’è un “fattore di scorrimento” in queste valutazioni. Gli oli sintetici, in generale, si comportano bene fino a circa -35 ° F e fino a circa 120 ° F. I sintetici hanno una gamma di prestazioni molto più ampia rispetto agli oli più convenzionali.

Gli oli convenzionali premium che soddisfano lo standard 5W-20 si comportano bene nell’intervallo di temperatura meno 15/110. C’è anche qualche “scivolata” coinvolta. Il punto critico è che per lunghi periodi in cui gli oli sintetici funzioneranno bene senza rompersi, gli oli convenzionali inizieranno a degradarsi.

Le miscele sintetiche rispecchiano le loro origini

Qui è dove le synblends funzionano bene. Le miscele sintetiche combinano molte delle parti migliori degli oli sintetici con un olio convenzionale premium. Poiché si basano su oli convenzionali di alta qualità, le miscele sintetiche sono più economiche degli oli completamente sintetici. La loro composizione chimica di miscele sintetiche rispecchia le loro origini.

Se dovessi esaminare la composizione chimica dell’olio miscelato sintetico, scopriresti che è un mix di catene di molecole standard e convenzionali. Le catene di molecole standard o ingegnerizzate conferiscono al synblend la sua cordialità in termini di calore, freddo e capacità di lubrificazione, mentre le catene di molecole convenzionali consentono alle compagnie petrolifere di contenere un po ‘i costi.

In una certa misura, anche gli oli convenzionali premium vengono “prodotti”. Castrol aggiunge detergenti, alcuni miglioramenti della lubrificazione, anti-cera ed elementi stabilizzanti ai suoi oli motore convenzionali GTX premium per consentire loro di funzionare ad un livello elevato sulle loro gamme.

Conclusione: i sintetici vanno bene nella tua nuova auto

Offrono migliori caratteristiche prestazionali, quindi i sintetici sono spesso preferiti dalle case automobilistiche. I sintetici sono prodotti per funzionare su una gamma più ampia di temperature. Sono inoltre realizzati per durare più a lungo delle miscele sintetiche o degli oli motore convenzionali premium. Sono gli oli più costosi. Le miscele sintetiche sono la via di mezzo negli oli. Forniscono molte delle caratteristiche dei sintetici ma a un costo inferiore. Gli oli convenzionali premium sono la linea di base. Funzionano bene ma non durano quanto i sintetici o le miscele sintetiche.

Il cambio dell’olio ogni 3.000-7.000 miglia aiuterà a prevenire l’usura del motore e costose sostituzioni. Se hai bisogno di un cambio d’olio , Vermin-Club può fornirne uno a casa o in ufficio utilizzando olio sintetico o convenzionale Castrol di alta qualità.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Confronto auto compatte 2021: guida all’acquisto

Puoi passare dall’olio motore normale a quello sintetico?