in

Seat Arona, Hyundai Tucson e VW T-Roc: i SUV più venduti nel 2022

Seat Arona, Hyundai Tucson e VW T-Roc sono i tre SUV più venduti finora nel 2022. Analizziamo le chiavi di ciascuno di essi.

Nel cumulo del 2022, le vendite di nuove autovetture e SUV / SUV sono diminuite dell’11,5%, con un totale di 318.487 unità vendute.

Le previsioni suggeriscono che nei prossimi mesi si manterrà l’andamento dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile e maggio, seppur con alcune possibilità di lieve miglioramento o aumento delle immatricolazioni.

Se analizziamo l’elenco dei modelli più venduti nel nostro paese da gennaio a maggio 2022, secondo i dati di registrazione ufficiali delle associazioni dei produttori Anfac, rivenditori Faconauto e venditori Ganvam, i cinque best seller in questo ordine sono i seguenti: 1.Seat Arona (9.812 unità), 2.Hyundai Tucson (9.101 unità), 3.Toyota Corolla (8.550 unità), 4.VW T-Roc (8.447 unità) e 5.Toyota C-HR (7.197 unità).

Come puoi vedere, l’importanza dei SUV nel mercato spagnolo è più che evidente, con quattro modelli di questo tipo tra i cinque best seller (solo la compatta Corolla si insinua nell'”esercito SUV”).

La Seat Arona conduce in una manciata di unità alla Hyundai Tucson, mentre al quarto posto assoluto del mercato spagnolo c’è la VW T-Roc, un po’ più lontana dal veicolo dell’azienda spagnola e da quello del marchio sudcoreano.

Analizziamo le chiavi principali di questi tre SUV più venduti.

ARONA: LA NUOVA SPINA DORSALE DI SEAT

Tradizionalmente negli ultimi anni, i modelli Ibiza e Leon sono stati la grande spina dorsale in termini di vendite del marchio Seat. Tuttavia, dal suo arrivo sul mercato, l’Arona ha affascinato un gran numero di piloti spagnoli, al punto che è già indiscutibilmente il modello di Seat preferito nel nostro paese.

Nel corso del 2021, il marchio di Martorell ha aggiornato la gamma Arona. Nel suo design esterno spiccano i fari 100% LED di serie in tutta la gamma di finiture, i nuovi design dei cerchi in lega, il nome del modello in tipografia scritta a mano nella parte posteriore, insieme al nuovo logo Seat in finitura cromata bicolore. Per quanto riguarda gli interni, abbiamo voluto dare un’immagine di maggiore qualità percepita con nuovi materiali che offrono aree soft touch sul cruscotto e il sistema multimediale dotato di schermi flottanti più grandi (8,25” e 9,2”. Evidenzia anche una maggiore connettività con connessione wireless a CarPlay e Android Auto attraverso la tecnologia Full Link.

Il SUV rinnovato ha anche debuttato un nuovo sistema di riconoscimento vocale, che viene attivato con la frase “Hello, Hello”. Completano i suoi equipaggiamenti nuovi sistemi di assistenza alla guida, come il Trip Assist, che offre la guida semi-autonoma di livello 2 a qualsiasi velocità, a cui si aggiungono l’Involuntary Lane Departure Assist, il Side o Blind Spot Assist, il Traffic Sign Recognition e l’Automatic High Beam Assist.

L’offerta motoria dell’attuale Seat Arona è formata dai motori a benzina a tre cilindri 1.0 TSI da 95 e 110 CV, dal tetracilindrico 1.5 TSI da 150 CV e dal bi-fuel benzina e CNG (gas naturale compresso) 1.0 TGi da 90 CV.

HYUNDAI TUCSON: UNO DEI SUV DI MEDIE DIMENSIONI PIÙ AVANZATI

Dall’inizio del 2021, quando ha iniziato a essere venduto nel nostro paese, la nuova generazione della Hyundai Tucson è emersa come uno dei SUV di medie dimensioni di riferimento tra i suoi concorrenti (la nuova generazione della Kia Sportage condivide quasi tutti gli elementi tecnici con la Tucson).

Il design è una delle sezioni in cui la nuova Tucson dona il seno, con soluzioni estetiche tra le più avanzate e suggestive sia all’esterno che all’interno. Nella sua cabina, l’ampio spazio per il carico è uno degli attributi di questo SUV, con un volume disponibile nel bagagliaio che può variare tra 620 e 1.799 litri quando si piegano i sedili posteriori. Un altro dei “gadget” a bordo di questo modello è il suo sistema di climatizzazione a tre zone, due aree per ciascuno degli occupanti dei sedili anteriori e un’altra zona indipendente per i passeggeri dei sedili posteriori.

A bordo, un altro dei dettagli più rilevanti è il nuovo schermo AVN-T da 10,25 pollici al centro del cruscotto, un intero touch screen in cui vengono eliminati pulsanti e controlli fisici. La tecnologia digitale ha anche la sua continuità attraverso il cruscotto da 10,25 pollici senza alloggiamento che si trova dietro il volante.

L’offerta meccanica del SUV medio dell’azienda asiatica è la più varia con motori per tutti i gusti e colori. Per chi opta per la tecnologia mild-hybrid di ibridazione leggera a 48V, sono disponibili tre alternative: a benzina, i motori 1.6 T-GDi nei livelli di potenza di 150 e 180 CV e, nel diesel, la versione 1.6 CRDi da 136 CV. Per quegli altri conducenti che preferiscono la tecnologia ibrida non plug-in (o auto-ricaricabile) possono scegliere anche la versione 1.6 T-GDi HEV da 230 CV di potenza massima. La tecnologia ibrida plug-in è disponibile anche con la versione 1.6 T-GDi PHEV fino a 265 CV. Infine, per quegli altri clienti che richiedono tecnologie di propulsione “tradizionali o convenzionali”, ovvero varianti a benzina e diesel, potranno guidare anche una Tucson 1.6 GDi da 150 CV o una 1.6 CRDi diesel da 115 CV.

VW T-ROC: SOTTILI CAMBIAMENTI PER RIMANERE UN BESTSELLER

All’inizio di questa primavera, il marchio tedesco VW ha iniziato acommercializzare nel nostro paese la gamma 2022 della rinnovata T-Roc. Infatti, entrambe le versioni stock del primo T-Roc e la versione aggiornata stanno attualmente coesistendo.

Nel caso dell’aggiornamento più recente, le sue modifiche più notevoli in termini di design si concentrano sui paraurti, che nel caso del frontale, ad esempio, ora posizionano le luci di marcia diurna verticalmente per aumentare quella sensazione di “aggressività” e sportività, nuova luce LED orizzontale che attraversa la griglia e gruppi ottici oscurati.

In termini di livelli di equipaggiamento per il mercato spagnolo, l’offerta commerciale è stata ridotta a tre versioni: Life, R-Line e R auto sportiva. Queste tre varianti sono specifiche per la carrozzeria a cinque porte, mentre l’attraente ed esclusiva T-Roc Cabrio è disponibile solo con i livelli di allestimento Style e R-Line.

Per quanto riguarda i nuovi pacchetti di personalizzazione, spicca il pacchetto Black Style, composto dai seguenti elementi distintivi: cerchi in lega di design specifico in 18 pollici e 19 in opzione, il terzo pilastro (o C) rivestito o personalizzato in fibra di carbonio, vetri posteriori oscurati o gli alloggiamenti degli specchietti e altro aspetto in nero, and so on.

L’interno del T-Roc 2022 incorpora altre novità eccezionali, come la riprogettazione e la nuova posizione degli aeratori e lo schermo del sistema multimediale (standard, 8 pollici e opzionale fino a 9,2 pollici di dimensioni).

Per quanto riguarda i motori che possono essere scelti, sono i seguenti: a benzina, 1.0 TSI da 110 CV, 1.5 TSI da 150 CV, 2.0 TSI da 190 CV e 2.0 TSI da 300 CV (versione R); nel diesel, i motori disponibili sono i 2.0 TDI nei livelli di potenza di 116 e 150 CV. Per quanto riguarda la variante Cabrio, è commercializzata solo con i motori a benzina 1.0 TSI da 110 CV e 1,5 TSI da 150 CV.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Toyota RAV4 2023: il nuovo SUV top in tecnologia e connettività

BMW X3 2024: tutti i segreti della nuova generazione del SUV