in

Skoda Octavia 2023: tutto quello che sappiamo sulla nuova berlina

Più tecnologia, un design rivisto e motori più efficienti. La Skoda Octavia sta già preparando il suo aggiornamento, che raggiungerà il mercato in meno di un anno. Ti diamo i primi dettagli!

Skoda fa un passo avanti.

Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, il brand sta già preparando il rinnovo di buona parte della sua gamma, che inizierà nelle prossime settimane con il lancio della nuova Scala. Dopo la compatta, sarà la volta della revisione della Superb e, successivamente, della Octavia.

Proprio oggi ci fermiamo all’aggiornamento di quest’ultimo modello, vitale nella gamma del costruttore ceco.

La quarta generazione quindi della Skoda Octavia sta anche finalizzando la sua fase finale di preparazione e set-up. Infatti, alcuni media internazionali pubblicano oggi le prime foto spia della nuova berlina, rotolando nell’ultima fase di test e con carrozzeria mimetizzata.

Ma possiamo già dirvi almeno alcuni dettagli di come sarà la sua ristrutturazione.

Per cominciare, la nuova Skoda Octavia prenderà molte delle nuove funzionalità che la nuova Scala avanzerà per prima, con un frontale ridisegnato, con nuove ottiche a LED, ingressi verticali più sottili e una griglia leggermente modificata. Di profilo non cambierà molto la sua fisionomia, anche se è vero che nuovi disegni di ruote e colori potrebbero anche modernizzare la sua figura. Dietro, le modifiche saranno anche limitate a una riprogettazione di luci e paraurti.

All’interno, la nuova Skoda Octavia sfoggia ancora un design molto moderno e attuale, quindi è possibile che la nuova berlina scommetta su piccoli aggiornamenti che hanno più a che fare con la tecnologia. Arriveranno cioè nuove grafiche e software, sia per la strumentazione che per il touch screen del suo sistema di infotainment, oltre ai nuovi sistemi di assistenza alla guida ADAS, già di serie. Più funzioni Smart Simply Clever e nuovi materiali sostenibili contribuiranno a migliorare l’aspetto e la funzionalità.

Per quanto riguarda la gamma di motori, non è previsto un cambiamento radicale nell’offerta di motori, ma è previsto un miglioramento dell’efficienza complessiva del prodotto. Attualmente, la berlina ha motori diesel, benzina, CNG, micro-ibridi con tecnologia 48V e persino ibridi plug-in. Lievi modifiche delle eliche potrebbero beneficiare leggermente dei consumi e delle emissioni.

Pertanto, i motori TSI mHEV da 110 CV e 150 CV continueranno sicuramente, come le versioni PHEV da 204 e 245 CV. Vedremo se la TDI, oggi con offerte di 115 e 150 CV, viene mantenuta o c’è qualche tipo di regolazione, ma per il momento il lancio di una versione 100% elettrica è escluso fino a una nuova generazione: Skoda sta già implementando questo tipo di varianti come una gamma quasi indipendente dal suo prodotto convenzionale.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Hyundai Ioniq 6 2022: tutti i dettagli del nuovo modello

Nuova Peugeot 408, un crossover che rompe gli schemi