in

Ultime notizie Tesla: il rilascio completo del software Tesla a guida autonoma potrebbe non avvenire quest’anno

Sembra che l’obiettivo ambizioso di Elon Musk di una versione pubblica del software completo per la guida autonoma per i veicoli Tesla non avverrà quest’anno, secondo il Dipartimento dei veicoli a motore della California. Continua a leggere per ulteriori notizie su Tesla.

Indice dei contenuti:

La tecnologia Tesla a guida autonoma potrebbe non essere disponibile quest’anno, afferma l’ingegnere – 11/05/2021

Sembra che l’obiettivo di Elon Musk di avere un veicolo Tesla in grado di guidare completamente da solo entro la fine del 2021 potrebbe non realizzarsi, secondo le nuove informazioni del California Department of Motor Vehicles (DMV) a seguito di una teleconferenza che includeva un ingegnere Tesla .

In un promemoria della chiamata, rilasciato dal gruppo per la trasparenza legale PlainSite, il DMV della California ha dichiarato: “Il tweet di Elon non corrisponde alla realtà ingegneristica per CJ. Tesla è attualmente al livello 2 “, che ha caratterizzato il direttore del software Tesla Autopilot CJ Moore.

Si pensa che il cosiddetto “tweet” sia in realtà un malinteso su un commento che Musk ha fatto su una chiamata sugli utili a gennaio, affermando che era “altamente fiducioso che l’auto sarà in grado di guidare da sola con un’affidabilità superiore a quella umana quest’anno”.

La tecnologia semi-autonoma di livello 2 consente a un’auto di condurre operazioni come sterzata, accelerazione e frenata da sola, ma richiede comunque la supervisione umana.

Lo scorso ottobre, Tesla ha iniziato a lanciare la sua beta “ Full Self Driving ” ai membri del suo programma di accesso anticipato, consentendo loro di testare nuove funzionalità prima del rilascio pubblico. Il produttore americano ha dichiarato nella nota DMV della California che 824 veicoli avevano la funzione abilitata, con 753 di quelli di proprietà dei dipendenti.

Al momento del suo rilascio, Musk ha dichiarato che il lancio della tecnologia sarebbe stato “estremamente lento e cauto”.

Musk vuole che la Model Y diventi l’auto più venduta al mondo – 27/04/2021

Elon Musk ha dichiarato che pensa che la Tesla Model Y diventerà l’auto più venduta al mondo di qualsiasi tipo entro il 2023, nonostante l’attuale portata di mercato limitata del SUV.

Per raggiungere quella cifra, avrebbe bisogno di vendere più della Toyota Corolla come best-seller al mondo, che attualmente si trova a 1,5 milioni di unità all’anno.

Musk ha dichiarato il nobile obiettivo durante l’ultima chiamata sugli utili di Tesla, in cui la società ha annunciato un utile netto di $ 438 milioni (circa £ 315 milioni), confermando che le consegne della Model S aggiornata sarebbero iniziate a maggio 2021. Che sarà seguita dalla versione aggiornata Modello X nel terzo trimestre del 2021.

Tesla prevede inoltre di vedere oltre il 50% di crescita nelle consegne di nuove auto quest’anno, pari a circa 750.000 nuovi veicoli. Ciò includerà 2.000 Model S e Model X a settimana.

Cybertruck in ritardo? Voci di consegne rinviate al 2022 – 23/04/2021

Sembra che le prime consegne del Tesla Cybertruck potrebbero essere ritardate fino al 2022, se si devono credere alle nuove voci. Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha confermato che il design del camion è stato finalizzato e lo ha guidato nel sito in cui verrà costruito, ma ha evitato una domanda sulla produzione.

Le ultime indiscrezioni arrivano da un forum online, Tesla Owners Online, che ha chiesto direttamente a Musk se le consegne del camion sarebbero previste entro la fine dell’anno. Musk ha dichiarato “Produzione limitata della Model Y quest’anno, volume elevato l’anno prossimo”, ma ha evitato completamente la questione del Cybertruck.

Con il design ultimato solo di recente, nonostante il Cybertruck sia stato presentato per la prima volta nel 2019, è possibile che il camion finito possa avere un aspetto notevolmente diverso, con conseguenti ritardi.

Non c’è dubbio che il design tagliente del Cybertruck farà girare la testa sulla strada, ma alcuni addetti ai lavori del settore hanno espresso la preoccupazione che, allo stato attuale, il camion non offrirebbe una protezione dall’impatto dei pedoni sufficiente per essere legale per l’uso in Europa.

Le prove del software Tesla Autopilot ‘Full-Self Driving’ verranno estese ad aprile, revocate per alcuni utenti – 16/03/2021

Elon Musk ha confermato che la fase successiva del lancio del software Tesla “Full-Self Driving” avverrà nell’aprile 2021. Il suo tweet afferma inoltre che le future versioni di questo software si baseranno esclusivamente sul feed video delle telecamere di bordo montate su tutti i modelli Tesla. piuttosto che le informazioni dai sistemi radar (come quelli utilizzati da molti altri produttori.)

Il sistema Full-Self Driving (o FSD) di Tesla è ancora nella fase di test “Beta”, il che significa che non è ancora un prodotto finito. La stessa Tesla ha affermato che chiunque sia coinvolto nel test del software “Full-Self Driving” deve “prestare particolare attenzione alla strada” perché il sistema “potrebbe fare la cosa sbagliata nel momento peggiore”.

Il tweet di Musk afferma anche che Tesla ha revocato il software “in cui i conducenti non prestavano sufficiente attenzione alla strada”. È stato suggerito che Tesla abbia utilizzato le telecamere in cabina per monitorare se i conducenti hanno tenuto entrambe le mani sul volante (come indicato) durante l’utilizzo del nuovo aggiornamento del software FSD.

Questo tweet continua anche a dire che non ci sono stati incidenti che coinvolgono il nuovo aggiornamento di FSD segnalato.

L’ultimo aggiornamento FSD offre diverse nuove funzionalità non presenti nelle versioni precedenti del software “Autopilot” di Tesla, inclusa la capacità di guidare un’auto lungo strade residenziali senza indicatori di corsia.

Nonostante sia chiamato “Pilota automatico”, Tesla ha sempre detto che dovresti tenere entrambe le mani sul volante quando usi il suo software di assistenza alla guida ed essere pronto a prendere il controllo della tua auto in ogni momento. Ciò significa che non puoi utilizzare il telefono o sederti al posto del passeggero durante la guida. Sembra un buon senso, ma un uomo britannico è stato bandito dalla guida nel 2018 per aver fatto quest’ultimo sull’autostrada M1 …

Ultime notizie Tesla Roadster V2.0 – 12/02/2021

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha suggerito che un pacchetto SpaceX opzionale (dal nome della società di ingegneria aerospaziale che possiede anche lui) potrebbe consentire alla prossima Tesla Roadster di librarsi.

Musk ha rivelato i dettagli eccitanti durante un podcast con Joe Rogan, menzionando che uno dei maggiori ostacoli che il suo team deve superare è “cercare di capire come far oscillare questa cosa, senza, sai, uccidere le persone”.

Ha continuato suggerendo che un limite di altitudine potrebbe rendere la funzione di volo stazionario della nuova auto sicura per il pubblico in generale. Ha calcolato che un berretto di sei piedi sarebbe sufficiente per evitare lesioni se dovesse accadere il peggio “quindi, se precipiti, fai saltare la sospensione, ma non morirai”.

Considerando la rigida regolamentazione che circonda le auto moderne, è improbabile che una tale caratteristica sia legale in tutti i mercati. Ma Musk ha continuato dicendo che “come minimo, sono fiducioso che potremmo fare un propulsore in cui la targa si ribalta verso il basso, in stile James Bond, e dietro ci sarebbe un propulsore a razzo, e questo ti dà tre tonnellate di spinta.”

Indipendentemente dal fatto che la nuova vettura sia dotata di tecnologia di propulsione spaziale, è probabile che le prime auto dei clienti non verranno consegnate fino al 2022 al più presto. Quando questa supercar elettrica è stata rivelata per la prima volta nel 2017, il CEO di Tesla Elon Musk ha lasciato intendere che i primi clienti avrebbero ricevuto le loro auto nel 2020. Ciò non è accaduto ed è probabile che la nuova Roadster non sarà pronta per la produzione di massa fino al 2022.

Tuttavia, sarà testato sul circuito del Nurburgring prima della fine del 2021, conferma un tweet del CEO di Tesla Elon Musk. Questa vettura sportiva decappottabile è destinata ad essere l’auto con l’accelerazione più veloce che Tesla abbia mai realizzato, e questo sta dicendo qualcosa.

Il circuito tedesco è un banco di prova privilegiato di molte case automobilistiche. Stabilisci un record sul giro qui, cosa che Tesla mirerà a fare, e puoi essere certo di alcuni diritti di vanteria piuttosto impressionanti.

NHTSA richiede il richiamo del touchscreen per i modelli precedenti di Model S e X – 3/02/2021

Tesla richiamerà quasi 135.000 auto Model S e Model X costruite prima del 2018 a causa di un chip elettronico difettoso che può causare il malfunzionamento del sistema di infotainment.

Questo problema non riguarda le nuove auto: solo alcune vetture Model S realizzate tra il 2012 e il 2018 e alcune vetture Model X costruite tra il 2016 e il 2018.

Il problema specifico affrontato dal prossimo richiamo riguarda un chip di memoria all’interno del sistema di infotainment a cui il sistema può accedere solo un determinato numero di volte. Una volta raggiunto questo numero, il touchscreen può iniziare a non rispondere.

Il touchscreen di Teslas controlla più funzioni dell’auto rispetto alla maggior parte delle auto convenzionali. Non essere in grado di utilizzare questo touchscreen è, quindi, potenzialmente più grave.

L’American National Highway and Traffic Safety Administration (NHTSA) ha espresso la preoccupazione che un touchscreen malfunzionante potrebbe impedire ai conducenti di utilizzare la telecamera di retromarcia o di appannare i finestrini nelle mattine fredde.

Tesla ha dichiarato che rimborserà i conducenti che hanno già pagato per la sostituzione del chip elettronico difettoso nelle loro auto.

Rivelati gli aggiornamenti plaid per Model S / X – 28/01/2021

La Tesla Model S e X sono state entrambe aggiornate con interni rivisti, nuovi sistemi di infotainment e una nuova batteria radicale e opzione motore “ Plaid ” che offre una maggiore autonomia e un’accelerazione senza pari.

Entrambe le auto hanno un display touchscreen da 17 pollici simile al display centrale della Model 3 e un nuovo “volante” che sembra essere stato pizzicato da un jet privato.

Le nuove auto sono entrambe disponibili nella versione “Plaid” che aggiunge un terzo motore elettrico. Ciò aumenta la potenza a 1.020 CV e significa che Model S e X possono accelerare da 0 a 60 mph rispettivamente in 2,5 e 1,99 secondi.

La Model S Plaid + fa un ulteriore passo avanti grazie alla sua potenza di 1.100 CV. Tesla afferma che questa vettura accelererà da 0 a 60 mph in meno di 1,99 secondi, raggiungerà i 200 mph e potrà guidare per un’incredibile velocità di 520 miglia tra una ricarica e l’altra.

Ultime notizie su Tesla Cybertruck – 22/10/2020

In una teleconferenza per discutere le prestazioni finanziarie di Tesla nella seconda metà del 2020 fino ad oggi, il CEO Elon Musk ha rivelato che il prossimo Cybertruck rappresenterà un miglioramento rispetto alla versione concept.

Ha detto “qui ci sono molti piccoli miglioramenti rispetto a quanto è stato svelato. Penso che sarà migliore di quello che abbiamo mostrato “. Musk non ha offerto ulteriori dettagli, ma ha menzionato che aveva discusso di questi cambiamenti con il lead designer di Tesla, Franz von Holzhausen, suggerendo che gli aggiornamenti potrebbero essere visivi, piuttosto che meccanici.

Nonostante abbia ricevuto centinaia di migliaia di prenotazioni, il Tesla Cybertruck non dovrebbe entrare in produzione fino al 2021: la costruzione della nuova fabbrica di Austin “Giga” in cui verrà costruito non è stata ancora completata.

Quando sarà in vendita, il cuneo elettrico dovrà affrontare la concorrenza di artisti del calibro del pickup elettrico Rivian R1T e dell’Hummer EV da 1000 CV recentemente rivelato .

Garanzia per auto usate Tesla ridotta a 1 anno o 10.000 miglia – 21/10/2020

Secondo quanto riferito, Tesla ha ridotto le garanzie del produttore sulle auto Model S e Model X usate da due a quattro anni a un solo anno.

In precedenza, se avessi acquistato una Model S o una Model X usata che aveva meno di quattro anni e avesse percorso meno di 50.000 miglia, saresti stato protetto da una garanzia del produttore Tesla per altri quattro anni, o 50.000 (a seconda di quale si verifica per prima) .

Se avessi acquistato una Tesla usata di età compresa tra i quattro ei sei anni e avessi guidato tra 50.000 e 100.000 miglia, saresti protetto da una garanzia Tesla per altri due anni o 100.000 miglia (a seconda dell’evento che si verifica per primo).

Ora, secondo quanto riferito, Telsa ha ridotto questa garanzia estesa per auto usate a solo un anno o 10.000 miglia (a seconda di quale si verifica per prima) rispetto alla garanzia standard di 4 anni e 50.000 miglia.

Nonostante ciò, Telsa ha recentemente introdotto una politica di restituzione di sette giorni senza domande sulle auto nuove. Ciò significa che puoi restituire qualsiasi modello Tesla per un rimborso completo entro una settimana dalla consegna.

Tesla Battery Day 2020 ultime notizie 22/9/2020

Elon Musk ha annunciato al Tesla Battery Day 2020 che il produttore di auto elettriche sarà pronto a lanciare la seconda versione (beta) dei suoi sistemi di assistenza alla guida del pilota automatico.

Ha anche confermato che Tesla ha sviluppato una nuova architettura della batteria che secondo quanto riferito è in grado di immagazzinare cinque volte l’energia delle sue batterie di attuale generazione. Questa energia extra potrebbe corrispondere a un potenziale aumento dell’autonomia del veicolo del 16%.

Inoltre, Musk conferma che Tesla sta sviluppando una tecnologia delle batterie strutturali che utilizza le batterie di un’auto elettrica come parte portante della piattaforma dell’auto. Questo, afferma Musk, potrebbe aiutare a ridurre la massa complessiva di un’auto elettrica del 10%, aumentare l’autonomia del 14% e utilizzare 370 componenti in meno rispetto a un’auto elettrica convenzionale.

Tesla lancerà un veicolo elettrico entry-level tra tre anni che costerà da $ 25.000. Musk ha detto che arriverà con funzionalità completamente autonome, anche se non è chiaro se sarà disponibile al prezzo di $ 25.000 o se sarà riservato a versioni con specifiche più elevate della nuova piccola auto di Tesla.

Ultime notizie su Tesla Model 3

La Tesla Model 3 è una delle auto elettriche più vendute al mondo grazie alla sua combinazione di gamma impressionante, prestazioni brucianti e interni minimalisti super eleganti.

La sua cabina potrebbe essere rivista immediatamente, tuttavia, poiché le voci suggeriscono che Tesla potrebbe essere pronta a introdurre una console centrale e un volante ridisegnati. Tuttavia, l’ampio display touchscreen centrale non dovrebbe cambiare.

Ultime notizie di Tesla Model Y.

Le consegne delle prime Tesla Model Y sono iniziate negli Stati Uniti. Queste auto vengono costruite negli Stati Uniti, ma la produzione per le auto del mercato cinese inizierà a Shanghai nel 2021. Puoi aspettarti che le prime auto con specifiche del Regno Unito arriveranno sulle nostre coste non prima del 2022.

Ultime notizie di Tesla Model X

La Tesla Model X sarà disponibile anche con il sistema di alimentazione Plaid aggiornato. La Model X è già in grado di mettere in imbarazzo alcune supercar, quindi questa configurazione a tre motori dovrebbe rendere la pratica sette posti una delle auto più veloci che puoi acquistare – punto.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Auto elettrica Subaru Solterra: prezzo, specifiche e data di uscita

Carenza di chip per semiconduttori: in che modo è stata influenzata la produzione di automobili?