in

E-Legend EL1, cinque motivi per realizzarla

L’ E-Legend EL1 ha ricordato a tutti noi che ci sono momenti in cui il matrimonio tra passato e presente può essere fatto bene, con risultati impressionanti. Non ci è voluto molto per ricevere recensioni entusiastiche per il suo lavoro compiuto e, nel caso in cui non fossi ancora convinto, ecco cinque motivi per cui dovrebbe essere fatto.

Indice dei contenuti:

È un vero mito modernizzato

E-Legend ha saputo puntare e ha scelto di farsi conoscere con una delle vetture più leggendarie del rally mondiale, un’Audi Sport Quattro che ogni appassionato del mondo dei motori ha inciso nella propria memoria. A causa di quanto fosse mitico, il suo track record, ecc., per il candidato perfetto per riemergere in un formato moderno e avere una sorta di seconda vita … anche se è informalmente senza l’intervento di Audi .

Il suo design è rispettoso dell’originale

Diciamolo chiaro: entra attraverso gli occhi. E non importa se hai conoscenza del mondo dell’auto, della sua storia o del modello a cui rende omaggio; È solo carino, atletico e ha molta presenza. Ma, in più, per chi sa da dove viene, è rispettoso dell’originale e mostra un design che passerebbe senza problemi come la reinterpretazione moderna ufficiale della stessa Audi : le proporzioni, i dettagli del frontale, la fiancata vista, la scelta delle gomme… tutto si adatta come dovrebbe essere.

I loro benefici sono scandalosi …

Per molti convertire un modello come la Sport Quattro in un’auto elettrica sarà a dir poco un sacrilegio, ma chi non ha tali pregiudizi deve arrendersi all’evidenza che questa versione è semplicemente bestiale: ha tre motori che si combinano per sviluppare 816 CV (600 kW) di potenza. Inoltre, unita alla sua leggerezza, riesce ad essere molto veloce: passa da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi, raggiunge i 200 km/h da fermo in meno di 10 secondi e la sua velocità massima è di 255 km/h .

…E ha anche una rispettabile autonomia

Logicamente chi acquista la EL1 non lo farebbe pensando all’autonomia (infatti scommettiamo che molti non la guiderebbero nemmeno), ma quella persona coraggiosa che invece di salvarla per speculare, la usa più o meno regolarmente, godrebbe di una autonomia fino a 400 chilometri, una cifra più che interessante se si tiene conto dell’approccio del modello. Una batteria da 90 kWh sarebbe la “colpevole” di questi dati.

Aprirebbe le porte a modelli simili

Per cominciare, l’E-Legend EL1 diventerebbe quasi immediatamente un futuro classico da collezione, dal momento che il piano è di realizzare solo 30 unità e ciascuna del valore di un milione di euro. Ma la cosa migliore sarebbe ciò che accadrebbe dopo: i suoi creatori hanno in programma di lanciare altri modelli, anche versioni rinate in formato elettrico dei “classici” del Gruppo B. Le opzioni sono vaste… e sognare è gratuito.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Porsche Cayenne Turbo GT, queste le 3 peggiori rivali

Le 10 migliori auto con motore TDI da 150 CV vendute nel 2021