in

GP Qatar F1 (FP3): miglior tempo per Bottas e lo spagnolo 6° e 7°

GP Qatar F1 (FP3): miglior tempo per Bottas e lo spagnolo 6° e 7°

Valtteri Bottas è stato ancora una volta il più veloce, davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Carlos Sainz è arrivato 6° e Fernando Alonso 7°

Goditi l’intera  Coppa del Mondo di F1 su DAZN . Provalo qui per un mese gratis senza impegno

Valtteri Bottas (Mercedes) è stato ancora una volta il più veloce sulla pista di Losail , come ieri sera nelle FP2. Dietro di lui ea brevissima distanza, si è qualificato il compagno di squadra Lewis Hamilton . Max Verstappen (Red Bull) che ha girato poco, ha fatto solo 10 giri, è terzo, a 3 decimi da Bottas, seguito da Pierre Gasly (Alpha Tauri), Checo Pérez (Red Bull) e dai due piloti spagnoli, con Carlos Sainz ( Ferrari ) in sesta posizione e Fernando Alonso (Alpino) in settima.

Non appena si è acceso il semaforo verde in pit lane , Schumacher è sceso in pista, e quando il suo compagno di squadra Nikita Mazepin ha fatto lo stesso, si è fermato all’uscita, e alla radio ha indicato che “l’auto fa uno strano rumore”. Lì rimase fermo, e apparve la bandiera rossa , finché i suoi meccanici non poterono andare a salvarlo. Non è più uscito. Il weekend non è stato niente di positivo per Mazepin, dopo essere partito nelle FP1 venerdì danneggiando il fondo piatto, ed è stato anche peggio, quando al box hanno scoperto che i danni erano maggiori, costringendolo a cambiare completamente il telaio e non concorso FP2.

Nel frattempo, le due Red Bull erano ai box circondate dai loro meccanici e da tutti al lavoro sul DRS , che ha dato loro nuovamente problemi. C’è da tener conto che ieri, venerdì, molte vetture hanno sofferto salendo i cordoli alti del circuito di Losail, causando grandi vibrazioni e rotture, soprattutto nella parte anteriore delle vetture e sui fondi piatti.

C’è stato poco movimento nel primo quarto della sessione , solo due piloti – Ocon e Norris – avevano stabilito un tempo. Il motivo è che questa FP3 non è molto rappresentativa di fronte alle condizioni che si troveranno in qualifica e in gara, dal momento che la pista è molto più calda di giorno, e il resto delle sessioni si svolgerà di notte, con un notevole calo della temperatura dell’asfalto.

Una volta usciti i due piloti Mercedes, e lo hanno fatto con un treno di gomme morbide, erano nelle prime due posizioni, con Hamilton davanti a Bottas, ma c’erano ancora tanti piloti per completare un giro completo. Anche Sainz è uscito con le softball e si è qualificato terzo, mentre Fernando Alonso, con qualche mezzo, ha preso la prima posizione (1’23”904). Sebbene non fosse rappresentativo, Alonso ha dimostrato che con i media l’Alpino è veloce. Quel momento di “gloria” è durato poco per lo spagnolo, visto che Bottas ha prevalso sugli altri segnando 1’23”387.

A metà sessione è arrivato ed è stato proprio quando Max Verstappen , su gomme morbide, ha fatto segnare il miglior tempo (1’23”121), il più basso del weekend finora. Dietro c’erano: Hamilton, Sainz 3°, Bottas, Gasly, Tsunoda, Leclerc, Pérez e Alonso 9°. La pista stava migliorando e Hamilton è il primo a scendere a 1’22” (1’22”655), poi Bottas (1’22”573).

Come accaduto ieri, le vetture hanno sofferto di nuovo dopo essere passate sopra i pianoforti alti. Verstappen è tornato ai box per fare i controlli, e non è stato l’unico. Negli ultimi 15 minuti , la maggior parte dei piloti ha optato per montare le gomme morbide e uscire per il giro. Tutti tranne i due alpini, che erano ancora con i media, e con loro Alonso era 8°, un buon tempo.

Al vertice, i primi 6 piloti sono stati classificati dai team: Mercedes –Hamilton 1° e Bottas 2°-, Red Bull –Pérez 3° e Verstappen 4°-, Ferrari –Sainz 5° e Leclerc 6°… fino a quando Pierre Gasly si è interposto tra le due Ferrari, prendendo vantaggio del testacoda di Charles Leclerc.

A soli 8 minuti dalla fine, con Bottas in testa ai tempi (1’22”310), Hamilton è rientrato ai box ei suoi meccanici hanno rimesso a nuovo il muso della sua Mercedes. Nel frattempo, nel box della Red Bull, hanno continuato a controllare l’ala posteriore di Verstappen. L’olandese è finalmente sceso in pista con un nuovo treno di gomme morbide, così come Alonso, che aveva appena montato le pastiglie, è risalito in settima posizione alle spalle di Gasly . Dal canto suo, Verstappen è riuscito a precedere il compagno di squadra, Pérez, ma a 3 decimi da Bottas.

A fine sessione, pochi cambi: Bottas primo davanti a Hamilton, Verstappen 3°, seguito da Gasly, Pérez, Sainz, Alonso…

La qualificazione inizierà alle 15:00 (CET).

CLASSIFICA FP3 :

  • 1 Valtteri Bottas Mercedes F1 W12 EQ Potenza + 17v 1’22.310
  • 2 Lewis Hamilton Mercedes F1 W12 EQ Power+ 16 1’22.388 0.078
  • 3 Max Verstappen Red Bull Racing-Honda RB16B 10 1’22.651 0.341
  • 4 Pierre Gasly AlphaTauri-Honda AT02 17 1’22.835 0.525
  • 5 Sergio Pérez Red Bull Racing-Honda RB16B 14 1’22.846 0.536
  • 6 Carlos Sainz Ferrari SF21 17 1’23.048 0.738
  • 7 Fernando Alonso Alpine-Renault A521 13 1’23.186 0.876
  • 8 Esteban Ocon Alpine-Renault A521 18 1’23.209 0.899
  • 9 Charles Leclerc Ferrari SF21 17 1’23.276 0.966    
  • 10 Yuki Tsoda AlphaTauri-Honda AT02 20 1’23.567 1.257

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
GP Qatar F1 (Q): pole position meritata per Lewis Hamilton

GP Qatar F1 (Q): pole position meritata per Lewis Hamilton

Volkswagen ID.2: tutto quello che sappiamo sulla prossima auto elettrica da 20.000€

Volkswagen ID.2: tutto quello che sappiamo sulla prossima auto elettrica da 20.000€