in

Graham Stoker presenta la sua candidatura a presidente della FIA

Le elezioni alla presidenza della Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) si terranno a dicembre e non includeranno la candidatura di Jean Todt. Il suo braccio destro, Graham Stoker, cercherà il lavoro.

Graham Stoker , avvocato britannico e attuale vicepresidente della FIA responsabile degli affari sportivi, ha ufficialmente presentato la sua candidatura per succedere a Jean Todt, con il quale ha lavorato a stretto contatto sin dalle elezioni del 2012.

Stoker è un grande conoscitore del mondo del motorsport e del modo in cui funziona la FIA, poiché non per niente è membro del World Motor Sports Council (WMSC) dal 2004. Ora che il mandato di Jean Todt sta arrivando al termine e il francese ha deciso di non correre più, Stoker riprende il lavoro svolto negli ultimi anni e affronterà Mohammed ben Sulayem, ex pilota di rally e presidente della Federazione automobilistica degli Emirati Arabi Uniti.

“Ci baseremo sull’eccellente lavoro del presidente Jean Todt negli ultimi 12 anni”

Il team di gestione di Stoker sarà composto da Tom Kristensen , leggenda di Le Mans e attuale presidente della FIA Drivers Commission per il ramo sportivo, nonché dal belga Thierry Willemarck per la mobilità e dal neozelandese Brian Gibbons come presidente del Senato della FIA.

Durante la presentazione della sua campagna, chiamata “FIA for All (FIA for All)”, Stoker afferma di volere “che la FIA e i nostri club membri acquisiscano un’influenza globale in tutti gli aspetti dello sport e della mobilità, dei trasporti emergenti e delle tendenze energetiche. . » .

“Ci baseremo sull’eccezionale lavoro del presidente Jean Todt negli ultimi 12 anni e siamo orgogliosi di essere stati in grado di contribuire a introdurre molti nuovi programmi e risorse innovativi per sostenere i membri, nonché di aver assistito il presidente nello sviluppo del nostro club e la trasformazione della FIA in un’organizzazione internazionale forte, rispettata e influente . ‘

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

La ‘gelosia’ di Alonso per il primo podio di Sainz alla Ferrari: “Prima di arrivare secondo era un funerale”

La ruota di Bottas sarà ancora sulla macchina? Mercedes non è riuscita a tirarla fuori a Monaco