in

La FIA fa marcia indietro: non ci saranno tempi minimi di reazione ai pit stop

L’ente che governa la massima categoria del motorsport fa marcia indietro nei suoi sforzi per garantire la sicurezza dei pit-stop da parte dei team, modificando l’iniziale direttiva tecnica che introduceva una penalizzazione alla reazione dei meccanici.

Nel corso del primo Gran Premio della stagione in terra austriaca, la FIA ha sorpreso i team con un provvedimento che ha subito suscitato polemiche nel paddock : una nuova direttiva tecnica li obbligherebbe, a partire dal GP d’Ungheria , a rispettare un margine di 0,15 secondi alla fine di una fase del processo di pit stop .

La Red Bull è andata sulla difensiva quasi subito, sostenendo che questa direttiva tecnica era rivolta a loro, la più veloce negli stop da anni. Al Gran Premio di Gran Bretagna, il TD022B , una nuova indicazione tecnica della FIA, è diventato noto per alleviare le restrizioni su questa procedura aggiornando le istruzioni.

Sarà dal GP del Belgio , e non dal GP d’ Ungheria, quando, una volta avvenuta la pausa estiva, le squadre dovranno adeguarsi alla nuova misura: sSebbene le squadre utilizzino sensori per rilevare quando è stata fissata una ruota, il sistema dovrebbe essere in grado di impedire che l’arresto continui se il dado della ruota non è serrato .

La decisione di proseguire con lo stop deve essere presa dal meccanico addetto alla ruota.

La novità più grande di questa direttiva tecnica è l’eliminazione di 0,15 secondi come tempo minimo di reazione , mentre il software dovrà impedire al meccanico di segnalare che la ruota è stata serrata prima che il compito sia terminato. Se quella persona dà il segnale prematuramente premendo un pulsante, deve rilasciare quel pulsante e premerlo di nuovo una volta serrato il dado.

I team che non utilizzano i sensori di bloccaggio delle ruote devono essere in grado di dimostrare che i loro meccanici possono verificare che la ruota sia stata serrata prima che l’auto esca dai box , cosa che può essere fatta con una mera indicazione visiva. L’altro grande cambiamento in questa nuova linea guida riguarda pienamente il momento in cui l’auto viene svincolata dai martinetti: i 0,2 secondi di ritardo minimo tra il rilascio del martinetto e la comunicazione al conducente che può partire vengono abbassati a 0,1 secondi , in non è sicuro lasciarlo cadere all’istante.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Ecco come vi abbiamo raccontato la gara del GP di Gran Bretagna 2021

GP di Gran Bretagna di F1: questa la griglia con due piloti sanzionati