in

La McLaren apprezza unirsi alla Mercedes per protestare contro le ali della Red Bull

Il fatto che le ali utilizzate dalla Red Bull non saranno bandite fino al prossimo GP di Francia non è accettabile per Andreas Seidl, che ritiene che dovrebbero essere bandite con effetto immediato e dimenticate.

Le immagini del Gran Premio di Barcellona in cui si è apprezzato come l’alettone posteriore della RB16 avesse visibilmente ridotto la sua altezza sul rettilineo principale del Circuit de Barcelona-Catalunya sono state lo scatto di una prolungata disputa che vivrà il suo prossimo capitolo in Azerbaijan GP. Momento in cui Mercedes ha minacciato di citare in giudizio il Milton Keynes per aver infranto il regolamento .

A Motor.es vi abbiamo già spiegato in video il meccanismo che sembrano aver messo in moto quelli comandati da Christian Horner, manovra che ha destato sospetti tra i team che compongono la griglia di Formula 1. Gli ultimi ad esprimere il loro punto di vista sullo stesso e commentare le azioni che intendono svolgere è stato McLaren: “Ovviamente siamo indipendenti rispetto a ciò che sta facendo Mercedes “, ha detto Andreas Seidl.

“ Ne abbiamo discusso con la FIA . Come abbiamo già detto, non siamo affatto contenti che i nostri rivali possano continuare ad utilizzare vetture che, dal nostro punto di vista, chiaramente non rispettano il regolamento . Questo è il motivo per cui abbiamo questo dialogo con la FIA per ora, dopo dovremo continuare da lì “, ha aggiunto il leader tedesco.

Nonostante Seidl avesse l’incarico di sottolineare che “non sono un grande fan delle proteste contro le altre squadre” , la verità è che per il momento la formazione papaya orange non ha escluso di intraprendere azioni legali contro la Red Bull. Con una settimana prima che le auto assaltino le strade di Baku, il team delle bevande energetiche sta vincendo i rivali fuori pista.

“Stiamo discutendo con la FIA per capire cosa metteranno in atto per garantire che i team che hanno progettato dispositivi o parti che consentono cose come quelle che abbiamo visto a Barcellona semplicemente non possano usarli mai più d’ora in poi . Alla fine puoi sempre correre con molto più carico aerodinamico e avere comunque la massima velocità, quindi questo tema continua a ripresentarsi più e più volte. C’è un regolamento in vigore e tutte le auto devono rispettarlo, è così semplice “, ha concluso Seidl.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Sainz manda un messaggio alla Tifosi: “Pazienza, lotteremo sicuramente per i titoli”

I SUV compatti più affidabili