in

Le prestazioni di Ocon sono migliorate così tanto? “Lo desideravo da tempo”

Il francese sta trovando la sua versione migliore nella sua sesta stagione in Formula 1 dopo aver raggiunto il secondo cassetto del podio nel 2020, anno in cui è stato ampiamente superato dall’allora compagno di squadra Daniel Ricciardo.

Vero è che i primi punti di Alpine in Formula 1 sono arrivati ​​a Imola da entrambi i piloti dopo che Kimi Räikkönen ha ricevuto una dura sanzione a gara finita, che ha permesso a Fernando Alonso di risalire fino alla decima posizione. Tuttavia, da allora Esteban Ocon ha aggiunto 10 a 4 di un Alonso che sta trovando difficile, anche più di quanto si aspettasse , mostrare di nuovo la sua versione migliore.

Questo è preceduto da un 2020 in cui Ocon è stato quasi raddoppiato di punti da Daniel Ricciardo nell’ultimo anno della Renault come squadra al completo: 119 contro 62 alla fine della scorsa stagione, un ritorno del pilota francese nella classe regina. lo ha aiutato a scoprire i suoi difetti.

Tuttavia, # 31 assicura che questo miglioramento nel suo stato di forma è stato progressivo e che è già iniziato alla fine dello scorso anno. “Ho la sensazione che la mia prestazione non abbia nulla a che fare con quello che abbiamo fatto l’anno scorso “, ha detto. «Mi sento molto meglio, con molta più fiducia. Mi sembra che stiamo facendo un lavoro molto migliore con l’ assetto della vettura. Di conseguenza ho ottenuto molte prestazioni“, Ha aggiunto.

Anche Ocon ricorda che “ad Abu Dhabi mi sono qualificato anche davanti a Daniel”, sebbene alla fine dei 55 giri a Yas Marina fosse due posizioni dietro l’australiano, un buon feeling che gli ha permesso di salire sul podio a Sakhir.

“Per ora va tutto bene”

“Tutto sta funzionando bene per ora”, ha sottolineato un Ocon che garantisce di essere in grado di ottenere “quasi il massimo” da ogni weekend del Gran Premio. Inoltre, Josh Peckett, il suo nuovo ingegnere di carriera, gioca un “ruolo fondamentale” in questa nuova fase che sta attraversando, una vecchia conoscenza dei suoi tempi a Manor.

Poi c’è anche Stuart Barlow come mio tecnico delle prestazioni . All’epoca stavano lavorando sul lato garage della Wehrlein e insieme abbiamo formato una squadra eccellente. Sono molto contento di quello che stiamo costruendo attualmente, perché è quello che volevo da molto tempo “, ha concluso un Ocon la cui motivazione è alle stelle in attesa della rivoluzione normativa del 2022.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Il regolamento aiuterà la Mercedes «enormemente»: così lo spiega Wolff

Sainz manda un messaggio alla Tifosi: “Pazienza, lotteremo sicuramente per i titoli”