in

Multe con tutor in autostrada

Honda CR-V vs Nissan Rogue

Il Tutor è quello strumento che viene inserito in autostrada e che ha una funzione simile all’autovelox, ma in più è in grado di memorizzare anche nell’arco di una stessa giornata il numero di targa di un guidatore che ha superato il limite di velocità consentito in quel tratto.

Può quindi capitare che automobilisti che percorrono l’autostrada piu volte nell’arco di una giornata, specialmente chi lo fa per motivi lavorativi, superi il limite permesso anche per più di una volta e quindi sia sottoposto a una doppia sanzione che spesso è accompagnata anche da una decurtazione dei punti della patente.

Non c’è quindi possiiblità di fare ricorso se si ottiene una doppia multa a distanza di poche ore perchè in entrambi i casi c’è stata una violazione del codice della strada e quindi, anche se salta, la multa deve essere comunque pagata.

E’ stato stabilito che per violazioni di oltre 40 km/h fino a 60 km/h la multa varia tra 370 e 1.458 euro e ha anche come conseguenza una perdita di 10 punti dalla patente, una sospensione da uno a tre mesi e l’impossiiblità di guidare il veicolo dalle 22 alle 7 del mattino per i tre mesi successivi dopo che è stata restituita la patente. Ancora più grave è la situazione se l’episodio si ripete nell’arco di due anni perchè in quel caso ci può essere la sospensione della patente da otto a diciotto mesi.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Alfa 147 JTD, in alcuni casi problemi con la frizione

Lacoste automobile

Bang & Olufsen per Mercedes SLS AMG