in

Perché le auto elettriche e ibride non possono produrre le proprie batterie?

Di solito, le discussioni sulle batterie delle auto ibride ed elettriche ruotano attorno ai loro grandi pacchetti agli ioni di litio. Tuttavia, come le auto a combustione interna, anche gli ibridi e i veicoli elettrici si affidano alle tradizionali batterie al piombo-acido da 12 volt.

E proprio come le batterie di un’auto ICE, possono scaricarsi. Se ciò accadesse, però, penseresti che l’ibrido o l’EV potrebbero semplicemente far ripartire la batteria da 12 volt usando il loro pacchetto agli ioni di litio. Ma ci sono diversi motivi per cui, per la maggior parte, non è così.

Le batterie per auto ibride ed elettriche sono troppo diverse da quelle a 12 volt per saltare direttamente

Sebbene le auto ibride ed elettriche non sarebbero fattibili senza la chimica delle batterie agli ioni di litio, non possono abbandonare completamente la tecnologia al piombo-acido a 12 volt.

In primo luogo, consente loro di eseguire accessori come le luci e il sistema audio senza perdere una gamma preziosa. In secondo luogo, i sistemi elettrici a 12 volt sono una tecnologia collaudata e affidabile. E in terzo luogo, queste batterie al piombo-acido alimentano i contattori e i relè che possono scollegare il pacco ad alta tensione nel caso, ad esempio, in cui un vigile del fuoco abbia bisogno di tagliare l’EV per salvare qualcuno. Questa interconnettività spiega anche perché un VEICOLO ELETTRICO con una batteria scarica da 12 volt non può funzionare e deve essere avviato.

Ma mentre è possibile avviare la batteria da 12 volt di un’auto ibrida o elettrica utilizzando un’altra auto, o viceversa, in genere non è possibile utilizzare il pacchetto agli ioni di litio. Sì, i veicoli elettrici possono ricaricare le loro batterie al piombo-acido utilizzando i loro pacchi agli ioni di litio come alternatori stand-in per gentile concessione dei convertitori DC-DC integrati. E poiché gli ibridi hanno motori a combustione interna, hanno alternatori reali. Tuttavia, una volta che la batteria da 12 volt si scarica, il pacco agli ioni di litio non può aiutare.

Il motivo per cui non è a causa delle differenze chimiche, ma piuttosto di quelle elettriche. Ricordi quei relè che ho menzionato prima? Senza di loro, il pacco agli ioni di litio non sarebbe in grado di caricare in modo sicuro la batteria da 12 volt a causa delle loro differenze di tensione e corrente di uscita. Ecco perché non dovresti assolutamente usare un veicolo elettrico per avviare la batteria da 12 volt di un’auto ICE. E poiché la batteria da 12 volt nella tua auto ibrida o elettrica è ciò che alimenta l’equipaggiamento di sicurezza di bordo, se è morto, è tutto offline.

In breve, teoricamente, potresti avviare una batteria al piombo-acido da 12 volt con il pacco agli ioni di litio di un ibrido o EV. Ma richiederebbe un sacco di attrezzature di sicurezza aggiuntive o un ripensamento del sistema elettrico.

Una manciata di auto ibride può saltare le proprie batterie, anche se

Su questa nota, almeno una casa automobilistica ha ripensato i suoi sistemi elettrici proprio per consentire questo auto-salto di partenza.

Quando Hyundai ha introdotto la Ioniq ibrida nel 2017, è stata la prima auto di produzione senza una batteria al piombo-acido da 12 volt. Piuttosto che usarne uno, Hyundai ha ritagliato un po ‘di spazio nell’alloggiamento del pacco agli ioni di litio per una batteria di avviamento agli ioni di litio secondaria e più piccola. Quindi, fondamentalmente ha agganciato i due insieme con cavi jumper permanenti, Auto e Autista Spiega.

Lo Ioniq aveva ancora circuiti separati a 12 volt e 240 volt. Tuttavia, se la batteria di avviamento si è mai scaricata, il proprietario doveva solo premere un interruttore “12 volt Battery Reset” sul cruscotto. Ciò consente alla batteria principale di gocciolare abbastanza corrente in quella di avviamento per consentire al motore di accendersi. Successivamente, l’alternatore ricaricherebbe normalmente la batteria di avviamento.

Sebbene la Hyundai Ioniq sia stata la prima auto ibrida con questa caratteristica, non è stata l’unica. La Kia Niro Hybrid meccanicamente correlata ha lo stesso pulsante di ripristino della batteria, così come la Sonata Hybrid. E anche la Ioniq Electric, ora fuori produzione, aveva un interruttore simile. Tuttavia, al di fuori di Hyundai e Kia, sembra che pochi marchi offrano questo tipo di funzionalità.

Cosa dovresti fare se la batteria da 12 volt del tuo veicolo elettrificato muore?

Comprensibilmente, questa non è la migliore notizia da sentire quando la tua auto ibrida è bloccata a causa di una batteria scarica. Fortunatamente, far ripartire un ibrido non è diverso dal saltare un’auto ice pura.

Se si dispone di cavi jumper, agganciare un morsetto positivo (rosso) al terminale positivo dell’auto funzionante e l’altro al terminale positivo dell’auto morta. Quindi, agganciare un morsetto negativo (nero) al terminale negativo dell’auto funzionante e l’altro a una superficie metallica non verniciata sull’auto morta. Quindi, avvia l’auto funzionante e attendi qualche minuto. Quindi, scollega i cavi nell’ordine opposto in cui sono stati collegati e guida l’auto precedentemente morta per un po ‘. Oppure, se non vuoi fare affidamento sulla gentilezza degli estranei, investi in un jump starter portatile.

La procedura per far ripartire la batteria scarica da 12 volt di un’auto elettrica è praticamente la stessa. Tuttavia, invece di agganciare il morsetto negativo a una superficie metallica non verniciata, lo si attacca al punto di messa a terra negativo dell’EV morto.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Toyota RAV4 o Kia Sorento: quale è meglio acquistare nel 2022

5 SUV di lusso da provare nel 2022