in

Russell, sanzionato; Sainz riceve un avvertimento, ma sarà nella ‘Top 10’

Sainz riacquista una posizione in partenza dopo l’incidente con Russell nei primi metri, anche se la FIA ha pensato di dargli un avvertimento per non aver svolto le prove di partenza come specificato nelle note del direttore di gara.

Appena iniziata la classifica sprint , sono sorti i primi problemi tra diversi piloti che sono stati coinvolti in diversi incidenti: George Russell ha perso il controllo della sua FW43B e si è scontrato con Carlos Sainz , causando così al pilota spagnolo di vanificare il suo tentativo di superare le posizioni di gara. che non ha potuto avanzare nella classifica tenutasi venerdì.

Inoltre, questo ha portato ad un pericoloso ritorno in pista del #55, altro incidente che la FIA non ha trascurato . Di conseguenza, l’organo di governo della massima categoria degli sport motoristici ha chiamato sia Russell che Sainz a testimoniare davanti agli steward rispettivamente per essersi scontrati con un avversario e per non aver rispettato le istruzioni del direttore di gara.

“Le auto #63 e #55 si sono avvicinate alla curva 6 con l’auto #63 all’interno, al centro della pista, e l’auto #55 all’esterno. L’auto #6 ha bloccato brevemente i freni anteriori e ha sottosterzato verso il bordo della pista all’uscita della curva, toccando l’auto #55, che è stata costretta fuori pista nell’erba. L’auto #63 è considerata colpevole dell’incidente”, si legge nella prima delle dichiarazioni della FIA.

I commissari aggiungono di aver tenuto conto della breve durata della prova, oltre che di quella che stabilisce l’ordine della griglia di gara, per cui ritengono che le penalità di posizione siano più appropriate delle penalità di tempo. D’altronde, secondo la FIA, il ritorno in pista di Sainz non era degno di sanzione.

“Dopo essere stata investita dall’auto #63, l’auto #55 ha lasciato la pista alla curva 6 e ha attraversato la feritoia dell’asfalto sull’erba. Da lì, l’auto #55 ha attraversato l’erba e si è ricongiunta alla curva 7. L’auto #10 ha dovuto evitare di scontrarsi con l’auto #55, ma la telemetria non ha mostrato dati conclusivi per garantire che l’auto #55 non prendesse misure per evitare la situazione “, spiegarono i commissari.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Ricciardo: “Alonso è il migliore in griglia”

La qualificazione sprint ha funzionato? “I commenti dei tifosi sono positivi”