in

Sostituzione dello scarico moto: cosa prevede la normativa

Molti motociclisti faticano a resistere alla tentazione di sostituire il terminale di scarico della propria moto per installare un modello diverso, più accattivante dal punto di vista estetico e, perché no, in grado di conferire al mezzo un ‘sound’ differente.

Spesso, però, ci si chiede se una modifica di questo tipo sia ammissibile in base a quanto disposto dal Codice della Strada. In linea di massima, la risposta è ‘sì’, ma solo a patto che la modifica in questione rispetti determinati parametri; in materia, in realtà, vi è ancora una certa confusione, dovuta principalmente ad una interpretazione errata di alcuni articoli del Codice stradale.

Cosa dice il Codice della Strada (e il Regolamento di Attuazione)

Per quanto riguarda l’intervento di sostituzione dello scarico di una moto, i principali riferimenti normativi sono contenuti all’interno del Codice della Strada e del relativo Regolamento di Attuazione. Nello specifico:

  • l’Articolo 72 stabilisce che i motoveicoli devono essere equipaggiati con “dispositivi silenziatori e di scarico se hanno il motore termico” e che tali dispositivi “sono soggetti ad omologazione da parte del Ministero dei trasporti”;
  • l’Appendice V – Art.

    227 (Caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli a motore e loro rimorchi) menziona solo la “posizione tubo di scarico” tra le caratteristiche costruttive delle moto;

  • l’Articolo 78, infine, dispone che “i veicoli a motore ed i loro rimorchi devono essere sottoposti a visita e prova presso i competenti uffici del Dipartimento per i trasporti terrestri quando siano apportate una o piu’ modifiche alle caratteristiche costruttive o funzionali, ovvero ai dispositivi d’equipaggiamento indicati negli articoli 71 e 72”.

Come interpretare le disposizioni normative

Dall’articolo 78 di cui sopra derivano i dubbi ed errori di interpretazione più comuni quando si parla di sostituzione dello scarico della moto. Il Codice, come detto, fa riferimento a modifiche “delle caratteristiche costruttive o funzionali”, le quali sono elencate nell’Appendice all’articolo 71 sopra indicata. Tali modifiche devono essere approvate dalla Motorizzazione per poter consentire al veicolo di circolare.

Il punto, quindi, è capire se la sola sostituzione della marmitta (“tubo di scarico”) sia da considerare, o meno, una modifica di tali caratteristiche. Il Codice stesso, in realtà, già risponde a questa domanda: è la posizione del terminale di scarico a costituire un’alterazione “delle caratteristiche costruttive o funzionali”, non la mera sostituzione.

In sostanza, spostare lo scarico da un lato all’altro della moto si può fare, ma occorre poi il nulla osta della Motorizzazione per circolare su strada. Invece, sostituire la marmitta di serie con una aftermarket è consentito e non impone al proprietario del mezzo di sottoporlo a vista per ottenere l’autorizzazione a circolare.

In aggiunta, va sottolineato come il Ministero dei Trasporti aveva già espresso il proprio parere in merito nel lontano 1997, per mezzo della circolare ministeriale DCIVB/03 del 24/11/1997. Il documento sottolinea come la casistica prevista dall’articolo 78 del Codice della Strada “si configura evidentemente quale circostanza diversa dalla sostituzione del silenziatore originale con uno dello stesso tipo ovvero con uno di tipo omologato”.

Ricapitolando: a meno di non modificare la posizione originaria del tubo di scarico, la sua sostituzione è consentita, a patto che il terminale sostitutivo sia identico a quello di serie, oppure omologato.

La componente sostitutiva può essere acquistata presso rivenditori di accessori per moto, rivolgendosi direttamente alla Casa costruttrice oppure alle aziende specializzate. In alternativa, è possibile affidarsi ad un e-commerce settoriale come Omniaracing, il cui catalogo include molti dei principali brand di riferimento per la componentistica, quali Giannelli e altri.

A prescindere dal canale di acquisto, ciò che conta è accertarsi che il prodotto sia compatibile con la propria moto, nonché omologato per l’utilizzo stradale. Marmitte e silenziatori riportano generalmente sulla superficie del corpo una punzonatura con il codice identificativo dell’omologazione.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Come scegliere il modello di auto più adatto alle proprie esigenze

Come scegliere il modello di auto più adatto alle proprie esigenze

Jaguar F Type: perché scegliere il noleggio a lungo termine