in

Trucchi per prepararsi all’esame di guida DGT

Sfortunatamente, non esiste una formula magica per ottenere la patente. Se ci sei immerso (è il momento più comune) o se almeno lo stai considerando, saprai già che è un processo lungo, di diversi mesi. E che di solito costa tra i 650 e i 1.500 euro, più o meno. Ma ci sono alcuni trucchi per preparare per la DGT esame di guida . Attenzione, non scorciatoie, perché l’obiettivo non è solo superarlo, ma anche imparare a circolare con l’auto. Ci sono modi per assicurarti di fare la cosa giusta per ottenere il miglior risultato.

In questo elenco, dettagliamo alcuni dei suggerimenti più utili sia per la teoria che per l’esame pratico. Inoltre, in questo periodo segnato dal coronavirus, rivedi prima di presentarti le 5 precauzioni che devi prendere per farlo in sicurezza. Abbiamo iniziato.

  • In teoria, studia il programma, non i test

    Può sembrare un cassetto, ma sta di fatto che c’è un sacco di ‘illuminato’ che comunque consiglia di studiare direttamente attraverso le prove, e di saltare il programma. Questo non ha senso, perché ti mancherebbero tutte le basi e non faresti che ripetere le risposte come un pappagallo. L’ovvio problema con questo approccio? Non appena la domanda cambia un po’ o cade qualcosa che non era nei test, sei morto.

    Eso no quiere decir que estos no sirvan, como veremos dentro de poco. Pero son lo que son, herramientas para practicar lo ya aprendido, no para estudiar. Ve paso a paso y te asegurarás más opciones de conseguir el objetivo final. Incluso es recomendable que asistas a alguna clase teórica, para comentar tus dudas o aquello que no acabes de entender, con el profesor.

    Repite hasta ‘mecanizar’

    Igual que para los deportistas, en la repetición constante está la excelencia. Después de estudiar, haz tantos tests como te sea posible. Luego, cambia la web o la aplicación en la que los estés encontrando, y vuelve a repetir. Hasta que no seas capaz de hacer 30 seguidos sin pasarte de los tres fallos, no te presentes.

    Alla fine della giornata, non importa se hai bisogno di dedicare un’altra settimana alla questione. La cosa fondamentale è non partire con il piede sbagliato, perché un fallimento nella parte teorica potrebbe intaccare i nervi di fronte alla pratica. E, come vedremo, è l’ultima cosa che vuoi.

    Lavora sull’agilità

    Quando hai il programma sotto controllo e sei in grado di fare la maggior parte dei test senza errori, dedicane alcuni per migliorare la tua velocità. Prendi il tempo e prendilo come un gioco: cerca di abbassare i voti.

    È importante perché, sebbene i 30 minuti che avrai in linea di principio siano parecchio, ci sono alcune persone che si sprecano. Se anche tu hai questo aspetto sotto controllo e sai che ti restano 10 minuti per rileggere e controllare che le risposte siano corrette, sarai più tranquillo.

    Nella pratica, fidati del tuo insegnante per il numero di lezioni

    Ogni persona è diversa e non esiste un numero ideale di classi per presentarti che funzioni per tutti. Pertanto, ciò che dovresti fare è fidarti delle indicazioni del tuo insegnante, che alla fine è colui che vede i tuoi progressi e sa quando puoi essere pronto per esaminarti.

    Se ti dice che hai bisogno di più pratica, ascoltalo a meno che tu non possa davvero permettertelo. Anche se sai già che a volte economico è costoso, e se sospendi e devi tornare, finirai per pagare una cifra maggiore. A proposito, se puoi, dare una doppia lezione lo stesso giorno dell’esame ti aiuta ad arrivare nelle migliori condizioni di preparazione e a rilassare i nervi. Maggiori informazioni su questo nel prossimo punto.

    Ammetti che diventerai nervoso e gestiscilo

    Qualunque cosa tu faccia, non sarai in grado di scrollarti di dosso i nervi il giorno del test, quindi non illuderti. È una situazione strana, con una persona sconosciuta e in cui si gioca molto, così che tutto contribuisce a quel nodo allo stomaco.

    La cosa buona è che, conoscendolo in anticipo, puoi studiare una strategia per canalizzarli in modo che non ti blocchino. Cioè, vivi con loro e cerca di trovare tecniche che ti permettano di mantenere la mente lucida nonostante la pressione. Se ci riuscirai, sarà un apprendistato utile per il resto della tua vita quasi quanto la guida stessa.

    All’esame, non avere fretta di fare nulla

    Sì, è vero che ci sono molte cose che dovresti tenere a mente durante l’esame di guida. Ma un altro è non fare nulla automaticamente solo perché te lo dice l’esaminatore. Ricorda che può fare piccoli “trucchi”, come dire “gira il prossimo” quando il prossimo non è consentito. Si riferisce sempre a quello successivo ove possibile, quindi fai attenzione. E, se hai dubbi, chiedi.

    A proposito, un altro buon trucco per prepararsi all’esame di guida può essere quello di abituarsi, da qualche settimana prima, a ripetere mentalmente i segnali che si vedono. Questo ti aiuterà ad essere più consapevole di loro quando sei nel momento chiave.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

5 auto d’epoca che vorremmo avere in garage

Le 10 migliori auto con motore TSI da 150 CV vendute nel 2021

Torna su

Log In

Forgot password?

Forgot password?

Enter your account data and we will send you a link to reset your password.

Your password reset link appears to be invalid or expired.

Log in

Privacy Policy

To use social login you have to agree with the storage and handling of your data by this website.

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.