in

[Video] Alonso, dall’11° al 5° in un giro: rivivi il suo inizio da sogno

Considerato il momento più rilevante della gara sprint, i primi metri di Fernando Alonso nella giornata di sabato a Silverstone gli hanno regalato una quinta posizione che alla fine è diventata un 7° posto, 4 posizioni di vantaggio.

A 39 anni, in procinto di compiere 40 anni tra pochi giorni , Fernando Alonso ce l’ha fatta di nuovo. In molti lo hanno dato per morto in Formula 1 quando a fine stagione 2018 ha detto “Ci vediamo dopo” per concentrarsi su altre categorie che, poi, hanno attirato maggiormente l’attenzione di un due volte iridato, ma il #14 è tornato fortemente alla categoria regina del motorsport dopo due anni di assenza dal ‘Grande Circo’.

Superato più volte da Esteban Ocon nelle prime gare della stagione, in molti hanno sottolineato che il suo periodo privilegiato nello sport che lo ha visto crescere e diventare una leggenda era giunto al termine, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità . Nella prima classifica sprint delle tre che teoricamente si disputeranno nel 2021, lo spagnolo ha mostrato ancora una volta uno dei suoi punti di forza: le partenze.

Sebastian Vettel, Carlos Sainz, George Russell, Daniel Ricciardo, Lando Norris e Sergio Pérez sono stati il feroce Alonso nel giro di pochi minuti e, nonostante abbia finalmente visto la bandiera a scacchi in 7a posizione non riuscendo a trattenere le due McLaren al Andare con gomme morbide per mezzo delle stesse e avendo una velocità inferiore in rettilineo, sfiorare il quinto posto è stato meritorio.

Chissà cosa porterà la rivoluzione regolamentare del 2022 e per quali posizioni Alpine potrà lottare con una vettura totalmente nuova, ma quello che il paddock di Formula 1 sa e ha riflettuto con i suoi messaggi sui social è che Alonso sa ancora di cosa si tratta fatto nella categoria.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

La qualificazione sprint ha funzionato? “I commenti dei tifosi sono positivi”

Sainz, infuriato con Russell: “Non capisco perché mi ha preceduto”