Vision Efficient Dynamics, l’ibrido sportivo secondo BMW

Dopo Mercedes, anche BMW vira verso il territorio dell’alimentazione alternativa e pulita. Si chiama Vision Efficient Dynamics il prototipo che il costruttore bavarese presenterà in anteprima mondiale alla kermesse espositiva di Francoforte. Le linee avveniristiche, ei giochi di incastro tra superfici riprendono quanto visto di recente con un altro prototipo, la M1 Hommage.

Di sicuro effetto le portiere in vetro, con aperura ad ali di gabbiano, e capaci di oscurarsi all’aumentare del sole grazie all’utilizzo di policarbonato fotosensibile. Una soluzione che fa pensare ad un uso quotidiano, e dunque a una produzione in serie per questa coupè 2+2, dotata di un vano bagagli e un divano posteriore abbattibile.

Le curiosità maggiori si celano sotto la carrozzeria, dove alloggia un propulsore diesel 3 cilindri da 1.5 litri, turbocompresso e capace di 161 cavalli. Il suo funzionamento viene abbinato a due unità elettriche, una per asse, in grado di funzionare in autonomia per distanze fino a 50 chilometri, e gestite attraverso il sistema «plug-in», con un accumulatore composto da 98 celle litio-polimeri.

In configurazione completa gli elettromotori possono garantire una potenza di 195 cavalli, per un totale di 356, riserva che garantisce prestazioni mozzafiato: in virtù anche di una massa contenuta, bastano solo 4.8 secondi per raggiungere da fermo i 100 orari. Il tutto a fronte di consumi irrisori (3.76 litri di carburante per 100 km) ed emissioni di Co2 contenute a 99 g/km. La tenuta strada è ottimale, grazie alla trazione integrale.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

500 a Monza per “Aria Nuova”

Nuovo modello dell’Alfa Romeo Giulietta in versione berlina