in

5 Cose da sapere sul brand Toyota ed i suoi veicoli

Possedere una Toyota significa possedere un prodotto di una delle aziende più lungimiranti al mondo. Ad esempio il modello di automobile più venduto al mondo è la Toyota Corolla, che 1966 a oggi ha conquistato 50,4 milioni di automobilisti soprattutto in Giappone, Stati Uniti e Cina

Anche in Italia questo brand giapponese è particolarmente apprezzato: si calcola che soltanto nel 2021 sono stati venduti più di 31mila modelli di Toyota nel nostro Paese.

Inoltre gli automobilisti italiani possono trovare ricambi usati Toyota facilmente ed a prezzi convenienti, il che rappresenta senza ombra di dubbio un plus al moemento dell’acquisto.

Cos’altro non sai riguardo la tua Toyota? Ecco le 5 cose che i proprietari di Toyota dovrebbero sapere…

1. Il nome originale di Toyota è…Toyoda.

La Toyota è stata creata nel 1936 da Kiichiro Toyoda. Suo padre ha fondato e posseduto Toyoda Automatic Loom Works, Ltd. Come puoi vedere, il nome della famiglia è scritto con una “d”. Perché è stato cambiato?

Kiichiro Toyoda stava trasferendo risorse dall’azienda di suo padre e voleva mantenere coinvolto il nome dell’azienda.

Ha tenuto un concorso per creare un logo per la sua nuova azienda che ha attirato 27.000 iscrizioni! Il logo vincitore ha scritto il nome “Toyota” in una forma stilizzata di scrittura giapponese. Alla fine il logo originale è stato cambiato nell’attuale “T” stilizzata. Secondo Toyota, l’attuale logo è composto da tre ovali sovrapposti che simboleggiano l’unione dei cuori dei loro clienti e il cuore dei prodotti Toyota sul terzo ovale che simboleggia la tela bianca del progresso tecnologico e delle opportunità illimitate.

2. Lexus è il marchio di lusso di Toyota.

Nel 1983, Toyota iniziò a progettare un marchio di lusso. Ci sono voluti 6 anni prima che l’azienda sviluppasse completamente la sua nuova linea di lusso, debuttando con la Lexus LS nel 1989. La LS si chiamava F1, che era l’abbreviazione di Flagship 1. Ci sono voluti 400 prototipi, 24 team di ingegneri, 60 designer e la determinazione di Elli Toyota per costruire “l’auto migliore del mondo” per portare la LS alla produzione. L’idea era quella di creare un’auto di lusso che potesse competere con i veicoli high-end tedeschi. Ogni veicolo prodotto deve soddisfare 500 precisi standard, noti come “Lexus Must”, prima di essere approvato per lasciare la linea di produzione.

3. Toyota è estremamente affidabile.

Toyota e Lexus hanno alcune delle classifiche di affidabilità più alte tra consumatori ed esperti. JD Power ha assegnato a Lexus la valutazione del veicolo più alta per 6 anni consecutivi! Toyota ha ricevuto 10 dei 18 premi per l’affidabilità JD Power in un solo anno, il più alto che un’azienda abbia mai ricevuto. Consumer Reports utilizza l’input dei consumatori per determinare nel tempo quali veicoli sono i più affidabili. Toyota è la più affidabile e Lexus è la seconda più affidabile secondo i proprietari effettivi. Toyota è riuscita a creare due marchi che competono che battono i tedeschi in affidabilità.

4. Toyota è dedicata all’ambiente.

Oltre ad avere così tanti veicoli ibridi all’interno del suo catalogo, Toyota ha ridotto il consumo annuo di acqua di 99,8 milioni di galloni, ovvero quantità di acqua utilizzata da 900 famiglie in un anno! Nel 2015 hanno ridotto, riutilizzato e riciclato il 96% dei loro rifiuti non regolamentati.

Inoltre sono state lanciate 6 sfide ambientali per il 2050, tra cui: eliminare quasi tutte le emissioni di CO2 dei nuovi veicoli, eliminare la CO2 dalla produzione di parti e materiali, eliminare le emissioni di CO2 da tutte le operazioni Toyota, ridurre al minimo l’uso dell’acqua, tutte le strutture sosterranno un società basata sul riciclaggio e tutti i processi e le strutture funzioneranno in armonia con l’ambiente circostante.

5. Toyota ha cambiato l’intera industria manifatturiera globale.

Proprio come Henry Ford ha rivoluzionato l’industria automobilistica con la catena di montaggio, Toyota ha rivoluzionato l’intera industria manifatturiera utilizzando quello che chiamano Toyota Production System. Parte del Toyota Production System (TPS) è chiamato “produzione snella”. La produzione snella si concentra sulla riduzione degli sprechi in qualsiasi forma, come rifiuti fisici, operazioni e macchinari superflui. Un’altra parte del TPS è avere un sistema di inventario che riduce il magazzino generale e gli sprechi avendo a portata di mano solo ciò che è necessario. Questi concetti sono stati applicati in tutto il mondo ad aree al di fuori della produzione come vendita al dettaglio, assistenza sanitaria, industrie e servizi; perfino il governo giapponese segue il TPS.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Jaguar F Type: perché scegliere il noleggio a lungo termine

Sistema Bonus Malus: come funziona?