in

Alfa Romeo Giulia 2023: tutti i segreti della nuova berlina

Dal 2027 Alfa Romeo venderà solo auto elettriche ma, nel frattempo, la sua autonomia continuerà a rinnovarsi. Il suo prossimo lancio sarà la nuova Giulia 2023.

Mentre Alfa Romeo presenta nuovi modelli, come il Tonale, o conferma i prossimi lanci inediti, come il tanto atteso SUV del Brennero, la sua gamma tradizionale continuerà ad essere aggiornata.

Lo Stelvio avrà presto dei lavori di ristrutturazione, e lo stesso accadrà con la berlina Giulia, di cui parleremo oggi.

Già confermata dal 2027 come veicolo 100% elettrico nella sua prossima generazione (da quell’anno Alfa Romeo venderà solo auto a emissioni zero), l’attuale berlina ha ancora tempo per rinnovarsi.

E questo aggiornamento arriverà prima della fine dell’anno, per approdare commercialmente sul mercato possibilmente già all’inizio del 2024.

Ma cosa ci aspettiamo dalla nuova Alfa Romeo Giulia? Poiché è già stato filtrato in immagini catturate su strada e distribuite attraverso i social network, il nuovo saloon non rivoluzionerà eccessivamente la sua immagine.

Dai prototipi camuffati è chiaro oggi che il modello debutterà con fari ridisegnati e con un design tratto dal nuovo Tonale, oltre a nuovi nastri neri sulle luci posteriori, e modifiche alla griglia, ai paraurti e alle prese d’aria inferiori.

ALFA ROMEO GIULIA 2023: QUESTO SARÀ IL SUO INTERNO

Tuttavia, le ultime informazioni indicano già ulteriori modifiche all’interno della nuova Alfa Romeo Giulia. In questo senso, è finalmente previsto l’arrivo di una nuova strumentazione completamente digitale, cosa che fino ad ora mancava alla berlina. Come ogni buon veicolo con aspirazioni premium, la digitalizzazione e l’aumento degli schermi a bordo è un elemento indispensabile in ogni nuovo lancio degno di nota.

Probabilmente tratta dal nuovo Tonale, la berlina includerà anche un sistema multimediale con nuove funzioni di connettività e intrattenimento a bordo, oltre a materiali migliori, nuove tonalità interne e più equipaggiamenti opzionali che rafforzano l’esclusività di un modello che vuole continuare a competere, principalmente, contro BMW.

Meccanicamente, e in attesa dell’arrivo della completa elettrificazione già nel 2027, la berlina non presenterà grandi progressi. Tutto indica, quindi, che la nuova Giulia manterrà la sua attuale offerta a livello mondiale, composta da motori turbo benzina da 2,0 litri di cilindrata e con potenze di 200 e 280 CV, a cui vanno aggiunti anche l’attuale V6 da 2,9 litri turbo e 510 CV che veste la versione sportiva e radicale di Quadrifoglio. Attualmente la gamma ha anche un motore diesel 2.2 JTD con potenze di 160, 190 e 211 CV. Vedremo nelle prossime settimane se ci sarà qualche novità in questo senso.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Suzuki Swift 2023: tutti i segreti della nuova utility

Quanto Pesa Una Batteria Tesla