in

Alfa Romeo. Nuovi modelli fino al 2023

Dimentica le future Alfa Romeo 8C e GTV. Il piano prodotti dell’azienda biscione dà il posto d’onore agli imperdibili SUV. In programma due modelli, il Tonale nel segmento C nel 2022 e un piccolo modello urbano nel segmento B (Brennero) nel 2023. Anche la futura Giulietta è sui binari.

Nell’autunno del 2019, l’ Alfa Romeo ha annunciato tagli netti nel suo piano di prodotti con l’eliminazione definitiva delle coupé Alfa Romeo 8C e Alfa Romeo GTV . L’azienda premium milanese preferisce concentrare la sua offensiva su SUV più redditizi, che condivideranno la piattaforma e molti elementi tecnici con i modelli Jeep e PSA.

L’Alfa Romeo nel 2021

Dopo il loro aggiornamento, Giulia e Stelvio avranno diritto nel 2021 a un restyling estetico che permetterà loro di portare il loro stile sulle note del nuovo SUV compatto, il Tonale. Svelata al Salone di Ginevra nel marzo 2019, sotto forma di concept car, entrerà in produzione nel dicembre 2021 e condividerà la sua base tecnica con la cugina, la Jeep Compass, restyling nel 2021.

Questo le permetterà di offrire versioni ibride plug-in da 190 e 240 CV. Questo SUV compatto sarà presentato nell’autunno del 2021 e commercializzato all’inizio del 2022.

Nell’autunno del 2019 sono trapelate nuove foto che rivelano il veicolo in una versione vicina alla serie. In effetti, si trattava di un test clinico durante il quale diversi modelli eleganti sono stati presentati a consumatori selezionati con cura per la loro opinione. Pertanto, il modello di produzione sarà leggermente diverso da quello in queste foto.

Un SUV urbano nel 2022

Dall’arrivo dello Stelvio nel 2017, l’Alfa Romeo ha esteso la sua gamma per il tempo libero da cima a fondo. Dopo la tappa intermedia “Tonale”, sarà il turno del piccolo SUV urbano di segmento B a fare la sua comparsa.

Nonostante la fusione tra FCA e PSA , questo progetto è ancora previsto per il 2022. Questo SUV urbano entrerà in produzione nella seconda metà del 2022 nello stabilimento FCA di Tychy, in Polonia. Sarà accompagnato da un SUV Jeep, entrambi sviluppati sulla piattaforma tecnica CMP del gruppo PSA (DS3 Crossback, Peugeot 2008 …). Pertanto, sarà offerto nelle versioni termica ed elettrica. La piccola Alfa Romeo dovrebbe beneficiare del nuovo motore elettrico PSA / Nidec e potrebbe chiamarsi Brennero dopo un valico italiano come il Toanle e lo Stelvio.

Il ritorno della Giulietta nel 2023?

Per rilanciare il marchio italiano, il nuovo capo di Stellantis (Carlos Tavares) non ha scelto proprio nessuno. Questo è Jean-Philippe Imparato che ha raddrizzato Peugeot dal 2016. Secondo le nostre informazioni, il progetto di sostituzione della Giulietta la cui produzione è stata interrotta a dicembre 2020 è una priorità. Per essere veloci, la seconda generazione di questa compatta ruberà la base tecnica delle nuove DS4 e Peugeot 308 . Ciò consentirà di accedere alla tecnologia ibrida plug-in o anche elettrica come per la Peugeot.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Nuove auto. Modelli italiani lanciati nel 2021

BMW calendario

BMW. Il calendario segreto delle novità fino al 2025