in

Mazda CX-60 e-Skyactiv D 2023: il nuovo SUV

La gamma 2023 del SUV Mazda CX-60 accoglierà l’entusiasmante nuova versione diesel e-Skyactiv D. Attenta ai suoi dati tecnici chiave.

Una delle novità più recenti e importanti nella gamma di auto Mazda, il SUV CX-60, è tornata alla ribalta, in questo caso, con l’incorporazione dal 2023 di una nuova versione meccanica.

In un comunicato stampa, l’azienda giapponese ha confermato che il prossimo anno l’offerta meccanica sarà ampliata conla d isponibilità della nuova variante e-Skyactiv D del CX-60. Questa nuova versione incorpora un motore diesel da 3,3 litri con sei cilindri in linea e sarà offerto con livelli di potenza di 200 CV (con trazione posteriore) e 254 CV (con trazione integrale Mazda i-Activ AWD).

Per quanto riguarda i dati tecnici ufficiali forniti da Mazda, il CX-60 e-Skyactiv-D di 254 CV è in grado di accelerare da 0 a 100 km / h in 7,4 secondi e raggiungere 219 km / h di velocità massima.

Per quanto riguarda il consumo medio di carburante, viene dichiarata una spesa approvata di 5,3 l/100 km.

Questo motore diesel è abbinato a un sistema di ibridazione leggera a 48 volt (tecnologia Mazda M Hybrid Boost) con il quale è possibile ridurre leggermente sia le emissioni che i consumi. D’altra parte, un altro sistema interessante nella versione e-Skyactiv-D è la sua tecnologia di combustione DCPCI (Distribution-Controlled Partially Premixed Compression Ignition).

Successivamente, per tutto il 2023, al motore diesel protagonista di questo articolo e alla versione ibrida plug-in PHEV di questo già noto SUV verrà aggiunta una nuova variante a benzina, con motore a sei cilindri in linea 3.0.

Va ricordato che la Mazda CX-60 è un SUV senza precedenti nella gamma del produttore giapponese, con una lunghezza di 4,74 m, 1,89 m di larghezza e 1,68 m di altezza, con un passo di 2,87 m. Questo veicolo è stato sviluppato e prodotto sotto una nuova piattaforma tecnica specifica per le auto con motore longitudinale e trazione posteriore nelle loro versioni di accesso (ci possono essere anche varianti con trazione integrale). Il marchio asiatico sostiene che grazie alla disposizione dei motori in posizione longitudinale, motori elettrici e batterie di diverse dimensioni possono essere installati nello stesso design / struttura, sia per le varianti mild-hybrid light hybrid che per gli ibridi plug-in plug-in.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Peugeot 5008 2023: tutto quello che sappiamo sul nuovo SUV

Skoda Kamiq 2023: tutto quello che sappiamo sul nuovo SUV