in

Puoi passare dall’olio motore normale a quello sintetico?

Se ti sei mai chiesto se puoi passare dall’olio motore normale a quello sintetico, devi considerare quale tipo di olio funziona meglio per il tuo motore.

Sebbene la maggior parte delle nuove auto, camion e SUV di oggi abbia olio sintetico all’interno dei loro motori, ce ne sono ancora alcuni che utilizzano olio motore convenzionale come fonte principale di lubrificazione.

Una domanda comune qui su Vermin-Club.com è se è possibile passare o meno dall’olio motore normale a quello sintetico una volta completato il cambio dell’olio .

La verità è che questa non è una risposta secca, sì o no. In effetti, a seconda della singola applicazione, il passaggio da convenzionale a sintetico o viceversa può causare più danni di quanto valga.

Per semplificare l’equazione e fornirti i fatti in modo da poter prendere una decisione informata, esaminiamo alcuni dei fatti sul cambio del petrolio con petrolio sintetico e convenzionale venduto oggi negli Stati Uniti.

Cos’è l’olio sintetico?

L’olio sintetico è costituito da composti chimici che contengono alcuni elementi del petrolio combinati con petrolio greggio altamente raffinato, composti organici e inorganici.

Oltre agli oli sintetici, esistono anche miscele sintetiche che combinano oli sintetici con oli tradizionali a base di petrolio.

Gli oli motore sintetici sono stati sviluppati per affrontare un problema importante che tutti i motori a combustione affrontano ogni volta che vengono avviati: olio e solventi non si mescolano bene insieme. L’olio motore è progettato per lubrificare le parti mobili all’interno del motore, in particolare intorno alla camera di combustione. Tuttavia, la maggior parte dei combustibili sono a base di petrolio e sono solventi, che lavano letteralmente via l’olio convenzionale che riveste i componenti.

La lubrificazione è particolarmente importante durante l’avvio, poiché fino al 75% dell’usura del motore si verifica durante il riscaldamento del motore. Gli oli motore sintetici come Castrol GTX Magnatec forniscono uno strato protettivo di sottile lubrificazione sui componenti metallici in modo che mantengano la lubrificazione per periodi di tempo più lunghi. Pertanto, la maggior parte degli oli sintetici presenta vantaggi distinti rispetto al normale olio motore, tra cui:

  • Migliori prestazioni ad alta e bassa viscosità
  • Diminuzione dell’evaporazione
  • Resistente all’ossidazione e ai problemi di fanghi
  • Lubrificazione migliorata durante il freddo estremo
  • Potenza e coppia migliorate
  • Maggiore risparmio di carburante

L’olio sintetico in genere dura più a lungo dell’olio motore convenzionale, il che può ridurre i costi complessivi o almeno aiutare a giustificare il prezzo più alto fornito con gli oli sintetici. Ad esempio, una persona potrebbe cambiare il suo olio ogni 3.000 miglia con olio normale e solo ogni 5.000 miglia con olio sintetico.

Passaggio all’olio sintetico da convenzionale

Quando l’olio sintetico è stato originariamente sviluppato, doveva essere utilizzato solo in motori progettati per essere specificamente compatibili con esso. Gli oli sintetici più vecchi utilizzavano esteri, che sono composti chimici miscelati con alcol, ed erano più duri sui componenti, comprese le guarnizioni del motore e le guarnizioni. Gli esteri causerebbero usura e creerebbero perdite di olio e potenzialmente problemi di surriscaldamento . Gli oli sintetici odierni utilizzano meno composti alcolici e le guarnizioni e le guarnizioni del motore sono realizzate per resistere agli oli sintetici.

In generale, ci sono tre vantaggi principali nel passare dall’olio convenzionale a quello sintetico:

  • Per ridurre gli intervalli di cambio olio
  • Per rimuovere i depositi carboniosi sui componenti interni del motore in movimento (come le valvole della testata dei cilindri)
  • Per prolungare la vita del motore

Quando si è passati dal convenzionale al sintetico, si consiglia di farlo progressivamente. Ecco alcuni suggerimenti da considerare:

  • Per il primo cambio dell’olio e del filtro, passare dalla miscela convenzionale a quella convenzionale / sintetica. Continuare con la miscela sintetica / convenzionale per almeno altri due cambi d’olio.
  • Sostituire sempre il filtro dell’olio ogni volta che si cambia l’olio motore.
  • Al terzo cambio dell’olio, passare dalla miscela convenzionale / sintetica a quella completamente sintetica.

L’unica cosa che non si desidera modificare è il peso o la viscosità dell’olio consigliati. Se si segue il processo di cui sopra, dovrebbe essere sicuro passare da normale a sintetico o utilizzare una miscela sintetica purché si utilizzi lo stesso peso di olio.

Preoccupazioni sul passaggio all’olio sintetico

La maggior parte dei modelli di veicoli più recenti si adatterà al cambiamento senza problemi. Tuttavia, i modelli più vecchi con un elevato chilometraggio potrebbero non adattarsi al cambiamento. È probabile che le guarnizioni del motore siano più sottili e usurate e potresti scoprire che iniziano a bruciare olio mentre penetra nella camera di combustione. Castrol EDGE High Mileage è un olio sintetico specificamente progettato per motori con molte miglia, ma è importante consultare il manuale del proprietario o chiedere a un tecnico di fiducia prima di effettuare il cambio nel veicolo.

Indipendentemente dal tipo di olio utilizzato, una manutenzione regolare con cambio dell’olio è essenziale per prolungare la vita del motore. Segui le linee guida del produttore o chiedi al tecnico con quale frequenza dovresti cambiare l’olio in base alla marca e al modello e al modo in cui viene utilizzato il veicolo.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Posso usare olio motore sintetico nella mia auto nuova di zecca?

Quali sono i rischi del passaggio all’olio sintetico nelle auto più vecchie?