in

SUV in uscita 2021 e oltre: guida ai modelli

Il SUV e la mania crossover non mostrano segni di rallentamento, e le case automobilistiche stanno facendo del loro meglio per alimentare il fuoco con tutti i tipi di nuovi modelli in cantiere. Saranno più verdi, più high-tech e più lussuosi che mai. Alcuni si chiederanno anche cosa significhi essere un autista, al contrario di un semplice occupante. Se li colleghi o li riempi, che li guidi o che ti guidino, ci saranno più opzioni che mai di scelta per un veicolo fuoristrada nei prossimi anni.

SUV 2021, i modelli in uscita

Indice dei contenuti:

Cadillac Lyriq

Novità: la Cadillac Lyriq è un crossover elettrico di medie dimensioni con un passo lungo, una posizione ampia, un tetto a schienale veloce, grandi prese d’aria, maniglie delle porte a tutto il corpo e ruote da 23 pollici, almeno sul concetto. La calandra tradizionale è sostituita da linee retroilluminate in un motivo di precisione con l’iconica cresta Cadillac tra fari verticali. Ci sono fanali posteriori verticali sotto un insieme superiore di luci, chiamate “coda della vela”, che iniziano dietro ogni montante D e scorrono nelle luci direzionali sul portellone posteriore. Sarà il primo EV puro di Cadillac, utilizzando l’architettura del veicolo elettrico dedicato BEV3 di GM e le batterie a ricarica rapida di Ultium. La trazione integrale sarà disponibile. Il veicolo a cinque passeggeri ha un touchscreen a LED curvo da 34 pollici che domina il cruscotto.

Cosa non c’è: prende i suoi spunti stilistici dal concetto di Cadillac Escala.

Quando: 2022

Quanto: 75.000 dollari (est)

Cruise Origin

Novità: The Cruise Origin è un furgone boxy, sei passeggeri, elettrico, autonomo sviluppato da Cruise in collaborazione con General Motors. Il robotaxi ha due grandi porte scorrevoli e un pavimento a basso carico per un facile accesso. I sei passeggeri si siedono uno di fronte all’altro, con spazio per i loro bagagli. Non c’è nessun autista; sensori, telecamere, radar e lidar valutano l’ambiente circostante e prendono le decisioni di guida. L’Origin utilizza l’architettura dedicata ai veicoli elettrici BEV3 di GM e probabilmente le batterie a ricarica rapida Ultium di GM. Sarà solo un veicolo commerciale, per l’uso nei servizi di ride-hail, con l’intenzione di costruire anche un furgone di consegna.

Cosa non c’è: tutto è nuovo.

Quando: 2022

Quanto: 50.000 dollari (solo vendita commerciale)

Jeep Wagoneer/Jeep Grand Wagoneer

Novità: FCA sta andando all-in su SUV full-size a tre file con la Jeep Wagoneer e Jeep Grand Wagoneer. Il primo, progettato per essere più mainstream, andrà contro i Tahoes e le spedizioni del mondo. Quest’ultimo sarà un fiore all’occhiello di lusso per il marchio Jeep, pronto a piazzare contro la rivitalizzata Escalade e Navigator. Aspettatevi che l’esclusiva proposta di vendita della Jeep sia eccezionale capacità off-road e un propulsore ibrido plug-in. Qui spera per il ritorno di pannelli di legno, troppo.

Cosa non c’è: se i muli di prova Ram 1500 modificati che passano spesso dal nostro quartier generale di Los Angeles sono un’indicazione, le Jeep Wagoneers condivideranno molto con il nostro camion dell’anno 2019. I due Wagoneers saranno costruiti su una piattaforma Ram 1500 modificata in Michigan con sospensioni posteriori indipendenti che migliorano la corsa. Aspettatevi un V-6 da 3,6 litri e un V-8 da 3,6 litri e un automatico a otto velocità da prendere in prestito anche dalla Ram.

Quando: Fine 2021

Quanto: 50.000 dollari (Wagoneer) (est); 75.000 USD (Grand Wagoneer) (est)

Chevrolet Bolt EUV

Novità: per il modello 2022, Chevrolet espanderà la linea Bolt per includere il nuovo Bolt EUV, una variante Più grande, più simile a SUV Bolt che è solo a trazione anteriore. Il passo è 3 pollici più lungo per più spazio sul sedile posteriore. Nel complesso il veicolo è da 5 a 6 pollici più lungo. Il look è più eretto e in linea con l’ultimo linguaggio stilistico di Chevrolet. Sarà il primo non-Cadillac a ottenere Super Cruise, il sistema di guida autostradale vivavoce. Ha anche un cambio a pulsante e un pulsante per la guida a un pedale. Disponibile anche: un tettuccio apribile, a differenza dello standard Bolt.

Cosa non c’è: il nuovo EUV pedala sulla stessa piattaforma BEV2, con le stesse batterie da 66 kW-hr dell’attuale Bolt EV, non la nuova architettura EV dedicata BEV3 di GM o il sistema di batterie Ultium per una portata più lunga e una ricarica più veloce.

Quando: 2021

Quanto: 41.000 dollari (est)

Hyundai Tucson

Novità: la Hyundai Vision T Concept vista qui è essenzialmente la nuova generazione di Tucson, introducendo il futuro linguaggio di design SUV del marchio. Insieme a una nuova piattaforma, i nuovi powertrain includono un modello ibrido e possibilmente sportivo N-Line con lo stesso turbo I-4 da 2,5 litri nella Sonata N-Line. Aspettatevi un sacco di funzioni di assistenza alla guida a venire standard. Un enorme touchscreen da 10,3 pollici e un cluster di misuratori digitali da 12,3 pollici dovrebbero essere sul menu.

Cosa non lo è: il sistema di infotainment di Hyundai user friendly rimane. Questa è una buona cosa perché è uno dei più grandi punti di forza del marchio, soprattutto con l’aumento delle dimensioni dello schermo.

Quando: Fine 2020

Quanto: 22.000 dollari (est)

Lexus LQ

Novità: suV ultra-premium e ultracostosi sono esplosi in popolarità e margine di profitto, e Lexus non vuole essere tralasciato. Infatti, il marchio ci ha già mostrato cosa farà con il Concetto LF-1 Limitless. Quando entra in produzione, aspettati che rimanga un grande e spazioso SUV di lusso a due file con un interno opulento e la prossima generazione di linguaggio di design Lexus. Per quanto riguarda il suo nome, tutti gli attuali SUV Lexus utilizzano un nome di due lettere con una X come seconda lettera, ma questo non sostituirà l’attuale LX. Tuttavia, Toyota ha fatto domanda per il marchio “LQ” nel 2018, subito dopo che il concetto di limitless ha fatto il suo debutto al salone dell’auto di Detroit.

Cosa non va: Costruito sulla nuova piattaforma TNGA-L di Toyota, ci aspettiamo che l’ammiraglia porti il nuovo V-6 da 3,5 litri di LS 500h, che attualmente produce 354 CV, e CVT e la trasmissione ibrida automatica a quattro rapporti.

Quando: 2022

Quanto: 100.000 dollari

Infiniti QX55

Novità: Infiniti sta entrando nell’ormai popolare gioco SUV coupe con il QX55. Basato sul QX50, il QX55 è stato ispirato dall’originale, innovativo FX, e invece di avere una silhouette come la Mercedes-Benz GLE, il suo profilo è quasi identico al FX. Il vetro posteriore ha un angolo ripido, che dà alla QX55 quella forma coupelike a scapito di una certa capacità di carico. Aspettatevi enormi loghi Infiniti e caratteri sul portello e altri dettagli interessanti.

Cosa non c’è: il propulsore. Ci aspettiamo che il QX55 sia alimentato dallo stesso motore turbo a compressione variabile da 2,0 litri, il che significa che i suoi 268 CV e 280 lb-ft di coppia verrebbero inviati alla parte anteriore o a tutte le quattro ruote tramite una trasmissione continuamente variabile.

Quando: Fine 2020

Quanto: 40.000 dollari (est)

Porsche Macan EV

Novità: il Taycan di Porsche offre prestazioni elettriche scioccanti, ma il prezzo e il layout di quel veicolo gli conferiscono un fascino di nicchia. In che modo il marchio può applicare i suoi apprendimenti EV a un’offerta di massa? Elettrizzando la sua Macan più venduta. Il problema è che la piattaforma MLB su cui pedala non era progettata per la propulsione della batteria (anche se Audi l’ha adattata per il crossover E-Tron). Come tale, la Macan sarà costruita sull’architettura PPE che costituisce la base per le auto elettriche premium del Gruppo Volkswagen.

Cosa non lo è: l’hardware elettrico e il software sviluppato per il Taycan saranno adattati per l’uso nel Macan EV, non è una cosa negativa.

Quando: 2022

Quanto: 65.000 dollari (est)

Volvo XC100

Novità: Volvo ha bisogno di un’auto ad alone per dimostrare il proprio impegno e le proprie capacità con la propulsione elettrica. Che si manifesterà nella XC100, un SUV di lusso di punta. Anche se sarà meccanicamente simile alla XC90 di prossima generazione orientata alla famiglia, la XC100 adotterà un approccio più indulgente. Aspettatevi un layout a quattro posti, una dinamica confortevole, capacità autonome e uno stile drammatico, in grado di distinguere Volvo dalla sua divisione prestazioni Polestar. Volvo potrebbe continuare a costruire una XC90 ibrida, ma la XC100 sarà puramente elettrica per mostrare la dedizione del marchio a un futuro senza benzina.

Cosa non c’è: la nuova architettura SPA-II sarà la base per tutti i SUV Volvo, dalla XC40 alla XC100. Condiviso anche: il sistema di infotainment Android che si sta facendo strada nelle auto Volvo e Polestar.

Quando: 2022

Quanto: 85.000 dollari

Byton M-Byte

Novità: la prima offerta di Byton, l’M-Byte elettrico a batteria, è un test automotive di Rorschach. Alcuni vedono la naturale evoluzione dell’automobile in una piattaforma di mobilità connessa, interattiva e carica di tecnologia. Altri sono inorriditi dal suo schermo da 48 pollici e de-enfasi di guida (i sedili anteriori anche ruotano l’uno verso l’altro di 10 gradi per facilitare la conversazione). Anche se l’autonomia di livello 4 che prevede è stata ritardata, la società con sede in Cina continua imperterrito. Come molte altre nuove voci EV, Byton sta collaborando con Electrify America per la ricarica pubblica.

Cosa non c’è: l’M-Byte è nuovo di zecca da terra al suo tetto.

Quando: Autunno 2021

Quanto: 45.000 dollari

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
bagagliaio grande

Berline e utilitarie con bagagliaio grande 2020: top 10

Mazda CX-3 2020 vs Mazda CX-5 2020: il confronto