in

Anche gli italiani vorrebbero l’elettrica

 

La sempre maggiore attenzione alle questioni che riguardano l’inquinamento e l’impronta carbonica che ogni singola persona causa nel corso della sua vita sono istanze ormai molto sentite anche in Italia. Il desiderio di avere comportamenti ecosostenibili, ma anche quello di ridurre l’inquinamento nelle città e, non da ultimo, il fatto che i carburanti per i veicoli abbiano un costo molto elevato sono tutti elementi che hanno portato molti italiani ad interessarsi all’auto elettrica.

Secondo alcune ricerche circa 7 italiani su 10 desidererebbero guidare un’auto più pulita rispetto a quella che possiedono, all’atto pratico però siamo ancora fanalino di coda in Europa per numero di immatricolazioni.

Informarsi sulle auto elettriche

La passione per le auto elettriche deriva anche dal fatto che negli ultimi anni le informazioni su questo tipo di proposte sono facilmente fruibili.

Forse i concessionari non aiutano molto sotto questo punto di vista, o almeno non lo hanno fatto nel corso degli ultimi 5 anni. È vero però che oggi sono disponibili online interessanti risorse che consentono di conoscere a fondo tutto ciò che riguarda il mondo della mobilità elettrica, comprendendo in questo anche le auto ibride e tutto ciò che gravita attorno a questo genere di novità in campo automotive.

Per chi intende approfondire in maniera precisa e puntuale tutte le informazioni che riguardano le auto elettriche e desidera conoscere i migliori modelli oggi disponibili in rete è presente Elettrica, la rivista di Tate, fornitore luce e gas e tech company, principalmente dedicata a questo specifico settore dell’automotive.

Vogliono averla ma ancora non la acquistano

Nonostante tanti si siano informati, e continuino a farlo, gli italiani che decidono effettivamente di acquistare un’auto elettrica o ibrida sono ancora molto pochi. Il trend è in forte aumento proprio negli ultimi due anni, ma si nota comunque ancora la preferenza verso le vetture con motore termico. Le motivazioni di questo comportamento sono varie, a partire dal costo medio delle auto ibride o elettriche. Queste vetture hanno costi infatti decisamente più elevati rispetto a veicoli simili con tradizionale motore termico. Proprio negli ultimi anni l’offerta sta molto aumentando, grazie al fatto che anche le case automobilistiche più restie a proporre vetture pulite stanno preparando modelli con nuove motorizzazioni elettriche, ibride plug in o comunque con una componente elettrica. E molti modelli sono oggi già disponibili, cosa che dovrebbe da sola contribuire alla diminuzione dei prezzi in senso globale. È vero però che l’italiano medio oggi tende a spendere meno per l’auto rispetto al passato, non siamo quindi ancora pronti per fare questo saldo in massa.

Altre problematiche

Numerosi italiani sono poi preoccupati da alcune caratteristiche che riguardano le auto completamente elettriche. Le reti di colonnine di ricarica stanno per essere installate proprio in questi anni; ciò significa che purtroppo in varie zone del Paese non è ancora possibile avere la certezza di poter ricaricare agevolmente il proprio autoveicolo. Si deve poi sempre considerare che alcuni modelli di vetture elettriche presentano ancora lungi tempi di ricarica e che non tutte le vetture offrono una buona autonomia tra due ricariche. Per quanto riguarda l’autonomia dell’auto elettrica ci sono poi varie fonti che confondono e spaventano chi vorrebbe acquistare questo genere di veicoli.

Le mosse del Governo

Dal canto suo il governo italiano sta comunque spingendo per cercare di diffondere in modo più ampio l’uso di veicoli puliti, a partire dalla spesa per quanto riguarda l’installazione di colonnine di ricarica rapida sulle autostrade e nei principali centri abitati. Ogni anno poi chi desidera acquistare un’auto elettrica o ibrida, comunque a bassa produzione di anidride carbonica, può contare su interessanti incentivi, che permettono di ottenere forti sconti al momento dell’acquisto. La maggiore conoscenza delle possibilità delle auto elettriche, la possibilità di scegliere modelli non troppo costosi e la possibilità di trovare nei pressi di casa una colonnina di ricarica sono tutti elementi che sicuramente permetteranno una maggiore diffusione di auto pulite anche in Italia.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Le Tesla Sono davvero Difficili Da Rubare? Tutto sulla Sicurezza

Acquistare gomme usate: una scelta intelligente