in

Nuove auto elettriche in arrivo entro il 2025

Nuove auto elettriche in arrivo entro il 2025

Nuove auto elettriche in arrivo entro il 2025. L’impatto commerciale in corso della pandemia di coronavirus ha rallentato lo sviluppo e la produzione di auto, ma i piani dei produttori di introdurre veicoli elettrici (EV) continuano senza sosta. In effetti, decine di modelli elettrici puri debutteranno entro la fine del 2024.

Sul menu ci sono auto e un numero crescente di SUV e pickup. E ci sarà una gamma più ampia di modelli ibridi plug-in, che possono funzionare principalmente con energia elettrica per un tratto prima che un motore a benzina entri in azione e gestisca il veicolo più come un ibrido tradizionale.

Il lancio di nuovi modelli EV e ibridi plug-in in diversi segmenti è una buona notizia per i consumatori alla ricerca di un veicolo a carburante alternativo che soddisfi le loro esigenze.

Di seguito è riportata una carrellata di alcuni dei modelli che vale la pena guardare nei prossimi due anni. L’elenco è alfabetico per casa automobilistica. I prezzi sono stime nella maggior parte dei casi.

Glossario dei termini di sicurezza: AEB = frenata automatica di emergenza; BSW = avviso di angolo cieco; LDW = avviso di deviazione dalla corsia; LKA = assistenza al mantenimento della corsia; RCTW = avviso di traffico trasversale posteriore.

Nuove auto elettriche in arrivo entro il 2025

Honda ha formato una joint venture con Sony per produrre veicoli elettrici a batteria insieme sotto il marchio Afeela. Il primo prototipo, mostrato al CES nel gennaio 2023, presenta un’elettronica a bizzeffe, tra cui 45 telecamere e sensori. Presenta in anteprima un modello di produzione. Sony Honda Mobility ha annunciato che gli ordini inizieranno nel 2025, con consegne previste per il 2026.

Cadillac Lyriq

La Cadillac Lyriq 2024 mette in mostra lo stile di nuova generazione per il marchio e introduce una nuova piattaforma elettrica modulare. È all’incirca la lunghezza e la larghezza del SUV Cadillac XT6. Ma il Lyriq ha un profilo molto diverso, essendo 6 pollici più basso in altezza e guidando su un passo che è 9 pollici più lungo. La caratteristica dominante nell’abitacolo è un display a LED curvo da 33 pollici che si estende dal cruscotto fino a dove lo schermo dell’infotainment è tradizionalmente posizionato. Questo si basa sulla presentazione trovata nella Cadillac Escalade 2021, che ha un display OLED curvo da 38 pollici. Il Lyriq iniziale è un modello a trazione posteriore da 340 CV con una batteria da 100 kilowattora, una combinazione che fornisce un’autonomia di 312 miglia valutata EPA. Seguirà una versione AWD con circa 500 CV.

Chevrolet Blazer EV

Il Blazer EV si basa sulla piattaforma Ultium di GM, che è alla base degli ultimi modelli elettrici della casa automobilistica. Questo SUV di medie dimensioni incontrerà la concorrenza, in particolare la coppia Ford Mustang Mach-E, Volkswagen ID.4 e Hyundai-Kia, in termini di prezzo, funzionalità e autonomia. Sarà offerto in diversi allestimenti, inizialmente a partire dall’allestimento 2LT per $ 47.595 con un’autonomia stimata di 293 miglia. L’assetto sportivo RS avrà un’autonomia stimata di 320 miglia e una SS offrirà 557 CV e un’autonomia stimata di 290 miglia. Una 1LT a basso prezzo si unirà l’anno successivo. L’abitacolo è dotato di due grandi schermi: un display da 11 pollici sul cruscotto e uno schermo di infotainment da 17,7 pollici. Le funzionalità e i servizi possono essere personalizzati e aggiornati utilizzando il software Ultifi di GM. Il Blazer EV viene fornito con FCW, AEB con rilevamento dei pedoni, LKA, LDW e ACC. Super Cruise e altre funzionalità ADAS saranno opzionali.

Chevrolet Equinox

Chevrolet continua la sua offensiva di prodotti elettrici con l’Equinox EV. Questo piccolo SUV sarà offerto in due configurazioni: le versioni a trazione anteriore hanno 210 CV con 250-300 miglia di autonomia e le versioni a trazione integrale hanno 290 CV con 280 miglia di autonomia. Numerosi allestimenti si accumulano su comfort e caratteristiche convenienti, come un enorme schermo di infotainment da 17,7 pollici. Si distingue per il suo generoso elenco di funzioni di sicurezza attiva e la disponibilità della tecnologia di assistenza alla guida Super Cruise a mani libere. La Chevrolet Equinox EV 2024 sarà in vendita nell’autunno 2023, a partire dall’allestimento 2RS di alto livello.

Chevrolet Silverado EV

Il Silverado EV è costruito sull’esclusiva piattaforma Ultium EV-only di General Motors, a differenza dei popolari pickup Silverado a benzina e diesel con cui condivide il nome. Ha più in comune con il GMC Hummer EV Pickup, tra cui, sugli allestimenti superiori, quattro ruote sterzanti e un sistema di sospensioni pneumatiche adattive. Al prezzo di $ 105.000, l’allestimento top di gamma RST First Edition è orientato sia alle prestazioni che al lusso, e GM dice che sprinterà a 60 mph in meno di 4,5 secondi. Un allestimento Work Truck della flotta si concentrerà maggiormente sul traino e sull’utilità e avrà un prezzo di partenza inferiore a $ 40.000. GM afferma che entrambi gli allestimenti Silverado EV avranno un’autonomia di 400 miglia.

DeLorean Alpha5

DeLorean è tornata al futuro con un EV di nuova concezione che fa presagire un modello di produzione. Questa è una quattro posti ad alte prestazioni, con porte ad ali di gabbiano e un dichiarato da 0 a 88 mph in 4,35 secondi. È curioso che il design di questa nuova vettura non abbia alcuna somiglianza con l’originale. Con l’alta domanda di Tesla Cybertruck che si sta muovendo verso la produzione, sembrerebbe che il mercato sarebbe pronto per un’auto nostalgica, angolare e non verniciata di DeLorean. Invece, il concept Alpha5 sembra abbastanza moderno, persino futuristico, con un design raffinato che prende in prestito da alcune auto esistenti e potrebbe sembrare a casa nel portafoglio Lucid Motors. La società inizialmente aveva pianificato di costruire 9.351 vetture, un cenno alla produzione originale della DMC-12. Ma ha annunciato nel febbraio 2023 che punterà invece a 4.000 auto “a causa dei colli di bottiglia della catena di approvvigionamento”. I pre-ordini richiedono una quota associativa di $ 88 e sono gestiti attraverso un sistema NFT, consentendo agli acquirenti di vendere e scambiare le loro prenotazioni. Il prezzo non è stato annunciato.

L’Alpha5 sarà seguita dalla Plasmatail, una versione shoot-brake, pensate alla berlina quadrata. La società ha dichiarato che le auto saranno seguite da un SUV.

Fiat 500e

La minicar per eccellenza è già in vendita in Europa e dovrebbe tornare negli Stati Uniti per l’anno modello 2024 solo come EV. Conserva il fascino allegro e l’ingombro ridotto della 500 originale, insieme al suo piccolo sedile posteriore e all’area di carico. Fiat sta posizionando la nuova 500e come un’elegante city car piuttosto che una runabout economica, e come tale ci aspettiamo che le auto vendute negli Stati Uniti siano ben equipaggiate con tecnologia moderna e finiture interne eleganti, anche se il prezzo potrebbe essere più alto rispetto ai veicoli elettrici più pratici con più spazio e distanze più lunghe.

La nuova 500e dovrebbe avere un’autonomia di circa 150 miglia per carica e sarà in grado di aggiungere 30 miglia di autonomia da una sosta di 5 minuti in una stazione di ricarica rapida CC. Poiché sarà prodotto in Italia, i 500 probabilmente non si qualificheranno per i crediti d’imposta federali EV. Gli acquirenti saranno in grado di effettuare ordini alla fine del 2023.

Oceano Fisker

Fisker è pronta a tornare sul mercato automobilistico, dopo essere stata assente per circa un decennio, con il suo nuovissimo veicolo elettrico Ocean. Le caratteristiche che sembrano in grado di creare un ronzio sono il tetto solare opzionale, il touchscreen centrale da 17 pollici che può essere ruotato con orientamento orizzontale o verticale e qualcosa che Fisker chiama “modalità California”, che abbassa tutti i finestrini e ritrae il pannello del tetto con il semplice tocco di un pulsante per creare un’esperienza simile a una decappottabile.

La casa automobilistica ha annunciato prezzi su quattro livelli di allestimento, a partire da meno di $ 40.000 per la versione Sport base a trazione anteriore e raggiungendo quasi $ 70.000 per i primi due allestimenti a trazione integrale. Le prenotazioni sono aperte e Fisker afferma che l’Ocean sarà disponibile alla fine del 2022. Ma come abbiamo visto, questa data non è scolpita nella pietra.

GMC Sierra EV

Basato sulla piattaforma GM Ultium condivisa con Hummer EV, Sierra EV verrà lanciato come un innovativo pick-up premium a sei cifre. Nel corso del tempo, GMC introdurrà finiture più basse a prezzi più accessibili, scendendo a un prezzo base di $ 50.000. Il Denali Edition 1 vanta 754 CV. GMC afferma che il camion con cabina equipaggio può lanciare da 0 a 60 mph in meno di 4,5 secondi e raggiungere un’autonomia stimata di 400 miglia. Il letto e il corpo unificati consentono a un midgate di aprirsi nella cabina, estendendo lo spazio di carico chiuso da un letto da 5 ’11 “a 9 piedi. Altre caratteristiche intelligenti includono la camminata del granchio, che consente al camion di muoversi in diagonale a basse velocità, e lo sterzo integrale, che consente un raggio di sterzata stretto. Il Denali Edition 1 e l’AT4 focalizzato sul fuoristrada sono dotati di una versione compatibile con il traino della tecnologia di assistenza alla guida a mani libere Super Cruise.

Honda Prologo

Honda lancerà il suo nuovissimo Prologo nel 2024. Questo SUV elettrico è stato sviluppato in collaborazione con General Motors. La casa automobilistica lo definisce un veicolo pronto per l’avventura con un passo lungo da 121,8 pollici e sbalzi corti. Ha dimensioni simili al passaporto, misura circa 193 pollici da paraurti a paraurti. L’abitacolo è dotato di un cruscotto digitale da 11 pollici e di uno schermo di infotainment da 11,8 pollici; Entrambi sembrano tablet, piuttosto che integrati nel design del cruscotto. Il Prologo sarà seguito da un’ondata di veicoli elettrici Honda basati sulla sua nuova e:Architecture, insieme a quelli creati attraverso partnership con GM e Sony.

Hyundai Ioniq 6

La Ioniq 6 si basa sull’architettura E-GMP che è alla base dei veicoli elettrici Hyundai di ultima generazione, come la Ioniq 5. Misura circa 8 pollici più lunga di quella berlina, ed è la prima berlina elettrica pura della casa automobilistica. Condivide una scelta di batteria da 77,4 kWh da 53 o a lungo raggio e può essere configurata a trazione posteriore o integrale. La configurazione top utilizza due motori, per un totale di 320 CV. Hyundai afferma che può sfrecciare da 0 a 60 mph in circa 5 secondi. Come lo Ioniq 5, è in grado di caricare rapidamente la CC in luoghi pubblici. L’abitacolo utilizza due schermi da 12 pollici che sembrano collegarsi, con uno per il cruscotto e un touchscreen per il sistema di infotainment. L’ultima suite di assistenza attiva alla guida Hyundai SmartSense è di serie, con FCW, AEB con rilevamento di pedoni e ciclisti e ACC. Funzionalità più avanzate sono disponibili sugli allestimenti SEL e Limited.

Indi One

La startup di auto elettriche Indi EV, che ha sede in California, si sta preparando a lanciare il suo primo modello, l’Indi One. Questo veicolo a cinque passeggeri confonde i confini tra un’auto e un SUV e ogni versione è dotata di trazione integrale. Il modello base, $ 45.000, presenta una batteria da 75 kilowattora con un’autonomia dichiarata di 230 miglia. La versione Premium, $ 69.000, ha una batteria da 95 kWh e un’autonomia dichiarata di 300 miglia. Indi dice che questa iterazione produce 470 CV e può passare da 0 a 60 mph in 4,2 secondi. Il Premium è anche attrezzato per i giochi di fascia alta. L’Indi One sarà costruito a Vernon, in California, e la società prevede di iniziare a consegnare veicoli alla fine del 2023.

Jeep Recon

La Jeep Recon sembra una Wrangler di nuova generazione progettata per competere con Ford Bronco e Land Rover Defender. Per prepararlo all’avventura, il Recon ha il bloccaggio elettrico dell’asse per migliorare la trazione, le modalità selezionabili dal conducente per comporre le funzionalità per diversi ambienti e la protezione del sottoscocca. Come con la Wrangler, la Recon può essere aperta per un’esperienza di guida con il vento in mano. Ha una capote elettrica one-touch, oltre a porte rimovibili e finestrini laterali posteriori.

Lexus RZ

La RZ 450e è il primo veicolo elettrico a batteria Lexus. Condivide la piattaforma e-TNGA con la Toyota bZ4X e il suo propulsore attinge dallo stesso cestino delle parti. Dimensionata come una Toyota Venza, la RZ è dotata di due motori (150 kilowatt anteriori e 80 kW posteriori) ed è disponibile esclusivamente in trazione integrale. La casa automobilistica stima che arrivi fino a 225 miglia, notevolmente più breve di quella di molti rivali. L’interno a due file presenta un ampio schermo di infotainment da 14 pollici e la RZ è sormontata da un tetto apribile panoramico. La suite Lexus Safety Sense + 3.0 è di serie, con le ultime funzionalità di sicurezza attiva della casa automobilistica, insieme a diverse innovazioni intelligenti aiutate dal monitoraggio dell’attenzione del conducente.

Mercedes-Benz EQE SUV

Il SUV EQE di medie dimensioni a cinque posti è l’alternativa elettrica al GLE. Condivide la piattaforma elettrica premium che è alla base delle berline EQS ed EQE. Il SUV EQE sarà offerto inizialmente in tre configurazioni. La configurazione di base è una EQE 350 da 288 CV con RWD. Le altre sono versioni a doppio motore, che consentono la trazione integrale. L’EQE 350 4Matic ha 288 CV e l’EQE 500 4Matic vanta 536 CV. Tutti e tre condividono una batteria agli ioni di litio da 90,6 kWh e utilizzano una sospensione pneumatica adattiva. Una versione AMG ad alte prestazioni con 677 CV sarà offerta nel 2024. Il fulcro dell’abitacolo è l’Hyperscreen MBUX che si estende su tutto il cruscotto e incorpora il quadro strumenti, lo schermo di infotainment e uno schermo del passeggero.

Nissan Ariya

L’Ariya 2023 è il primo SUV elettrico di Nissan e ha un prezzo di partenza di circa $ 46.000. Ci saranno versioni a batteria standard e a lungo raggio e una scelta di trazione anteriore o integrale. Le versioni a trazione anteriore producono 238 CV, con i modelli AWD a doppio motore che producono 389 CV. Il modello a trazione anteriore equipaggiato con la batteria a lungo raggio avrà un’autonomia stimata fino a 300 miglia. L’abitacolo ha un ampio schermo orizzontale che funge sia da quadro strumenti che da sistema di infotainment. L’Ariya avrà la compatibilità wireless con Android Auto e Apple CarPlay. Le funzioni di assistenza alla guida standard includono FCW, AEB con rilevamento pedoni, BSW, RCTW, avviso di deviazione dalla corsia e abbaglianti automatici.

Polestar 3

Il SUV di medie dimensioni Polestar 3 amplierà il portafoglio del marchio esclusivamente elettrico nel 2023, ricco di caratteristiche di lusso e dotazioni di sicurezza. Ogni 3 è disponibile in una configurazione a doppio motore con trazione integrale. Il modello standard “long range” ha 489 cavalli, con un’autonomia stimata di 300 miglia. Il passo avanti è un modello “a lungo raggio” con un Performance Pack. Ha 517 CV e un’autonomia stimata di 270 miglia. Entrambi hanno una batteria al litio da 400 volt, con una capacità di 111 kW e una capacità massima di traino di 3.500 libbre. I modelli del primo anno sono ben equipaggiati, dall’HUD e stereo a 25 altoparlanti, a un generoso elenco di sistemi di sicurezza attiva che include AEB con rilevamento di ciclisti e pedoni, LDW, LKA, BSW e molte altre funzionalità, supportate da cinque radar e cinque telecamere esterne. C’è un aggiornamento che aggiunge LIDAR e più sensori esterni.

Ram 1500 REV

Ram prevede di lanciare un pick-up elettrico di dimensioni standard nel 2024, soprannominato 1500 REV. È stato anticipato dal concetto Ram 1500 Revolution BEV, che ha messo in mostra diverse caratteristiche di praticità notevoli, come la possibilità di riporre oggetti passanti che si estendono fino a 18 piedi di lunghezza a causa di un cancello centrale pieghevole che separa la cabina dal letto; un sedile di salto della terza fila; quattro ruote sterzanti; e Shadow Mode, la possibilità per il camion di seguire autonomamente il conducente che cammina. Tuttavia, i dettagli sul modello di produzione, che sembra molto diverso dal concetto, non sono ancora stati rilasciati.

Tesla Cybertruck

Il Tesla Cybertruck è un pick-up completamente elettrico. A parte il suo esperimento angolare unico nel suo genere di un camion, il design sostituisce il tradizionale telaio del camion con un “esoscheletro” in acciaio inossidabile duro, simile al design dell’aeroplano, e un vetro extra-resistente per i finestrini. Tesla ha annunciato un prezzo base inferiore a $ 40.000, ma lo prendiamo con le pinze, basato sul record della società di frequenti aumenti dei prezzi. Il camion sarà disponibile in tre varianti, con autonomie di batterie di 250, 350 e 500 miglia. La versione di fascia alta promette un’accelerazione da 0 a 60 mph in 2,9 secondi, combinata con la possibilità di trainare 14.000 libbre. Si prevede che il prototipo si evolverà e diminuirà leggermente di dimensioni.

Tesla Roadster

La road map di Tesla ha la linea di prodotti solo elettrici che si espande dalla Model S, Model X e Model 3 al Cybertruck, al camion semirimorchio e al Roadster. Il nome è un cenno all’auto originale Tesla, una decappottabile elettrica basata su una piattaforma Lotus. Questa vettura promette prestazioni molto diverse da qualsiasi auto che è venuta prima, ma gli appassionati di guida benestanti dovranno aspettare più a lungo affinché il modello raggiunga la produzione. Quando è stato inizialmente presentato nel 2017, Tesla ha detto che mirava a costruire la Roadster nel 2020. E come dice ora il proverbio, quel piano è andato tutto “2020”. Altri modelli hanno richiesto più tempo per svilupparsi, allungando la tempistica mentre l’azienda affronta la sfida di espandere le sue fabbriche, creare batterie di prossima generazione e progettare funzionalità di guida autonoma più avanzate. Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha detto che la Roadster dovrebbe essere spedita nel 2023, ma più recentemente ha indicato che tutti i nuovi prodotti sono in ritardo a causa di vincoli di fornitura. Un lancio nel 2024 sembra più probabile.

La Roadster è un termine un po ‘improprio. È un quattro posti, con un sedile posteriore aderente e un hardtop parzialmente retrattile. Utilizza tre motori che alimentano tutte le ruote per fornire la sua presunta accelerazione simile a un razzo, con la casa automobilistica che cita da 0 a 60 mph in 1,9 secondi. E offrirà 620 miglia di autonomia.

VinFast VF 6 e VF 7

La VF 6 ha all’incirca le stesse dimensioni dei SUV subcompatti come la Honda HR-V, mentre la VF 7 è simile per dimensioni alla Mazda CX-5. Come per i modelli più grandi, VF 6 e VF 7 saranno disponibili negli allestimenti Eco e Plus e saranno disponibili con un pacco batteria standard o a lungo raggio. I clienti avranno la possibilità di pagare una quota di abbonamento mensile per le batterie, che include la sostituzione gratuita man mano che la capacità diminuisce.

La più piccola VF 6 sarà disponibile solo in configurazione a trazione anteriore, mentre l’allestimento Plus sulla VF 7 sarà dotato di un sistema di trazione integrale a due motori. Anche il livello di potenza può variare. La VF 6 Eco avrà 174 CV di potenza, mentre l’allestimento Plus di fascia alta produrrà 201 CV. La VF 7 Eco riprende con la configurazione a trazione anteriore da 201 CV della VF 6 Plus, mentre la VF 7 Plus è dotata di un sistema di trazione integrale da 349 CV.

VinFast VF 8 e VF 9

C’è una nuova azienda di veicoli elettrici in città: VinFast. La sua base è in Vietnam e prevede di investire 4 miliardi di dollari in un impianto di produzione nella Carolina del Nord. La casa automobilistica ha mostrato due SUV al salone dell’auto di New York del 2022, VF 8 e VF 9.

Sia la VF 8 che la VF 9 sono dotate di un sistema di trazione integrale a doppio motore. La versione Eco ha 348 CV e l’allestimento Plus ha 402 CV. Le batterie standard e a lungo raggio sono disponibili in entrambi i modelli. VinFast afferma che la VF 8 Eco con la batteria standard ha un’autonomia stimata di 260 miglia e un tempo da 0 a 60 mph di 5,8 secondi, mentre i modelli dotati della batteria ad autonomia estesa hanno un’autonomia stimata di 292 miglia e un tempo da 0 a 60 di 5,3 secondi.

VinFast ha una svolta unica sui prezzi, con un abbonamento alla batteria in aggiunta ai prezzi di acquisto del veicolo, su misura per l’utilizzo previsto dell’acquirente. L’azienda lo spiega in questo modo: “Separando il prezzo della batteria dal valore di acquisizione dell’automobile, VinFast si assume tutti i rischi legati alla batteria del veicolo e garantisce un prezzo ragionevole per i suoi prodotti, fornendo al contempo ai clienti la tranquillità della qualità della batteria durante l’uso”.

Un aspetto chiave del loro approccio alla batteria è che VinFast fornisce una garanzia a vita della batteria che copre tutti i costi di manutenzione e riparazione e sostituirà la batteria senza quando la capacità di ricarica scende al di sotto del 70%. Ciò dovrebbe ridurre alcune preoccupazioni tra gli acquirenti.

Volvo EX90

Il nuovo SUV elettrico Volvo a sette posti e tre file promette di spingere i confini sul fronte della sicurezza. Sarà dotato di una tecnologia all’avanguardia, tra cui un sistema di monitoraggio del conducente in grado di accostare il SUV e chiamare aiuto, e un sofisticato sensore lidar per supportare i sistemi avanzati di assistenza alla guida dell’EX90. La sua grande batteria da 111 kWh ha un’autonomia fino a 300 miglia e la potenza è ancorata a 496 cavalli. L’interno minimalista ottiene un enorme schermo centrale da 14,5 pollici e c’è il rilevamento degli occupanti basato su radar per aiutare a prevenire che i bambini vengano lasciati incustoditi all’interno.

 

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Tesla Cybertruck: ecco tutte le novità

Tesla Cybertruck: ecco tutte le novità

Lexus RZ EV 2023: caratteristiche, specifiche e design

Lexus RZ EV 2023: caratteristiche, specifiche e design